Paolo Biagio CIPOLLA

Professore associato di LINGUA E LETTERATURA GRECA [L-FIL-LET/02]
Sezione di appartenenza: Archeologia e scienze dell'antichità
Ufficio: Stanza 229/1, Monastero dei Benedettini, II piano
Email: paolo.cipolla@unict.it
Telefono: 095/7102551
Sito web: paolocipolla.academia.edu/
Orario di ricevimento: Lunedì dalle 10:00 alle 12:00 | Giovedì dalle 11:00 alle 12:00 | Venerdì dalle 15:00 alle 16:00



Paolo Biagio Cipolla ha frequentato il Corso di Laurea in Lettere Classiche (indirizzo letterario) presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Catania, dall’anno accademico 1990/91 all’anno accademico 1994/95, laureandosi con la votazione di 110/110, lode e dignità di stampa. La tesi, dal titolo Tre satirografi minori del V secolo: Pratina, Aristia, Ione (testo, traduzione e commento), è stata discussa in data 20 marzo 1996, relatrice la Prof.ssa Giuseppina Basta Donzelli, correlatori i Proff. Carmelo Crimi e Giacomo Manganaro.

Ha ottenuto l’assegnazione di una delle due borse di perfezionamento della Fondazione “R. Toscano Scuderi” messe a concorso per l’anno accademico 1994/95, svolgendo il perfezionamento in Letteratura Greca dal 1 luglio 1997 al 30 settembre 1997 e completandolo con esito positivo.

Ha vinto, risultando primo in graduatoria con la votazione complessiva di 114/120, il concorso per l’attribuzione di n. 3 borse di studio per il Dottorato di ricerca in Filologia greca e latina (XII Ciclo) presso la stessa Università, bandito dal M.U.R.S.T. con decreto pubblicato sul Supplemento alla G. U. IV Ser. Spec. n. 63/bis del 6-8-1996.

Ha frequentato il suddetto corso di Dottorato, dall’anno accademico 1997/98 all’anno accademico 1999/2000, sotto la guida del Tutor Prof.ssa Giuseppina Basta Donzelli.

Ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in data 22 febbraio 2001 presso l’Università di Catania, discutendo una tesi dal titolo Poeti minori del dramma satiresco. Testo critico, traduzione e commento. Essa costituisce la prosecuzione e l’ampliamento della ricerca già svolta nella tesi di laurea.

Ha superato le prove scritte e orali del Concorso a Cattedra per l’insegnamento nella scuola media e nella scuola secondaria, classi A043 - A050 - A051 - A052. ed è stato immesso in ruolo a partire dall'a. s. 2001/2002 nella classe A052 (Lettere, Latino e Greco nel Liceo Classico). Ha insegnato presso i licei “M. Cutelli” di Catania (a.s. 2001/2002 e dall'1/9/2008 al 28/2/2009) e “M. Rapisardi” di Paternò (a.s. 2004/2005, 2006/2007, 2007/2008).

Ha vinto col punteggio di 95/100 il concorso per titoli e colloquio, bandito dall'Università degli Studi di Catania con D. R. n. 5723 del 9/10/2001, per l'attribuzione di un assegno di ricerca di durata biennale nel settore scientifico-disciplinare L-FIL-LET/02 (LINGUA E LETTERATURA GRECA), per il progetto di ricerca: “Storia della tradizione dei testi teatrali”, e ha svolto detta attività di ricerca dal 2/9/2002  al 31/8/2004. Successivamente ha vinto, col punteggio di 95/100, il concorso per titoli e colloquio, bandito dall'Università degli Studi di Catania con D. R. n. 1515 dell' 11/5/2004, per l'attribuzione di un assegno di ricerca di durata annuale nello stesso settore scientifico-disciplinare, per il progetto di ricerca: “Il teatro e la sua diffusione. Storia della tradizione dei testi teatrali in età tardo-antica”, e ha svolto detta attività di ricerca dal 1/9/2005 al 31/8/2006.

Ha frequentato, nell'anno accademico 2002/2003, il Corso annuale di Paleografia e Codicologia Greca presso la Scuola Vaticana di Paleografia, Diplomatica e Archivistica, superando l'esame finale in data 22/10/03 con la votazione di 30/30 e lode.

Nel 2009 è diventato Ricercatore di Lingua e Letteratura Greca presso l'Università di Catania, vincendo il concorso bandito con D.R. n. 2881 del 20/3/2008, pubblicato sulla G.U.R.I.- IV serie speciale, n. 25 del 28/3/2008. Nel 2012 (decorrenza 1/3) ha ottenuto la conferma nel ruolo.

Nel 2013 ha conseguito l'abilitazione scientifica nazionale a professore di II fascia per il settore scientifico-disciplinare di Lingua e letteratura greca (L-FIL-LET/02).

Nel 2015 è diventato Professore associato di Lingua e Letteratura Greca presso l'Università di Catania, vincendo il concorso bandito con D.R. n. 585 del 2/3/2015, pubblicato sulla G.U.R.I.- IV serie speciale, n. 18 del 6/3/2015.

Nel 2018 ha conseguito l'abilitazione di I fascia per i s.s.d. di Lingua e letteratura greca (L-FIL-LET/02) e Filologia classica e tardoantica (L-FIl-LET/05).


visualizza le pubblicazioni
N.B. l'elevato numero di pubblicazioni può incidere sul tempo di caricamento della pagina
Anno accademico  

Argomenti della ricerca

Dramma satiresco (in particolare, Eschilo e tragediografi minori) e teatro greco in genere; tradizione indiretta dei testi teatrali; Stesicoro; Menandro; Ateneo di Naucrati.

 

Partecipazioni a programmi di ricerca di interesse nazionale (PRIN):

 

  • «Tragedia greca e dramma satiresco: trasmissione ed interpretazioni» (2000-2002, prot. MM10144253_003); responsabile scientifico Prof. Giuseppina Basta Donzelli;
  • «Teatro greco tragico, comico e satiresco: critica testuale, interpretazione, trasmissione» (2003-2005, prot. 2003105973_004); responsabile scientifico Prof. Giuseppina Basta Donzelli;
  • «Il dramma attico: problemi di esegesi, ecdotica e trasmissione. Ricezione nella letteratura erudita, nella retorica e nell'epica tardoantica» (2006, prot. 2006101474_005); responsabile scientifico Prof. Antonino Milazzo;
  • «Il dramma attico: problemi di esegesi, ecdotica e trasmissione. Ricezione nella letteratura erudita e nella retorica tardoantica» (2009, prot. 2009ANE7PR_003; responsabile scientifico Prof. Antonino Milazzo).

partecipazioni a programmi di ricerca d'Ateneo:

 

  • «Teatro greco classico: problemi esegetici e critico-testuali» (PRA 2008; ruolo di responsabilità scientifica del progetto)
  • «Lo spazio delle passioni tra norma e rappresentazione letteraria: l'ira e dintorni tra la Tarda Antichità e il Medioevo bizantino» (FIR 2014; responsabile scientifico prof. Carmelo Crimi)

 

- Partecipazione ai lavori del comitato per l'edizione nazionale delle opere di Eschilo promossa dall'Accademia Nazionale dei Lincei sotto la direzione di Vittorio Citti.

 

Partecipazioni a congressi in qualità di relatore:

 

- II Incontro di studio su “Lirica e Teatro in Grecia: il testo e la sua ricezione” (Perugia, Università degli Studi, Dipartimento di filologia e tradizione greca e latina), con la relazione La rhesis di Sisifo (TrGF 43 F 19) e il presunto ateismo di Crizia;

- Convegno nazionale Tragico e comico nel dramma attico e oltre (Cagliari, 4-5 febbraio 2009), con la relazione Due testimonia relativi a Pratina di Fliunte (Dioscoride, AP VII 707; Pap. Petrie 2.49(b));

Giornate di studio su Eschilo (Gela, Liceo Classico "Eschilo", 21-23 maggio 2009), con la relazione Il frammento di Dike: uno status quaestionis;

- VII Agòn Eschileo, convegno su L'empietà della guerra nella tragedia di Eschilo (Gela, Liceo Classico "Eschilo", 23 aprile 2010), con la relazione Serse: la hybris della guerra d'oltremare.

- Convegno internazionale Eschilo, il creatore della tragedia. Vitalità di un classico, Trento, 26-28 maggio 2011, con la relazione Gli ‘oggetti misteriosi’ dei Theoroi e Isthmiastai.

- Convegno nazionale Giornate di studio su Eschilo. Gela eschilea in the global world, Gela, 7-10 aprile 2014, con la relazione Osservazioni su Eschilo, fr. 204 Radt (Papiro di Ossirinco 2245).

- Incontro di studi Costruzione, ricostruzione e decostruzione. V Giornata Siciliana di Studi Ispanici, Paternò, Liceo Classico "M. Rapisardi", 19 dicembre 2014, con la relazione Rivisitazioni comiche del mito nel dramma attico del V sec. a. C.

- Giornata di studio in memoria di Carles Miralles, Roma, Università di Roma Tre, 22 aprile 2015, con la relazione Elegia e giambo secondo Miralles.

- Convegno di studi Il poeta, la festa, la scena. Spazi e contesti teatrali. Antico e moderno, Roma, Università di Roma Tre, 15-16 dicembre 2015, con la relazione In principio era il coro. Il problema delle origini.

- Colloquio internazionale Reinterpretare Eschilo. Verso una nuova edizione dei drammi, (Roma, Accademia Nazionale dei Lincei, 19-20 maggio 2016). con la relazione L’apporto dei papiri alla conoscenza dei drammi satireschi di Eschilo.

- Convegno internazionale Greek Satyr Play. Reconstructing a Dramatic Genre from its Remnants (University of Patras - GR, Conference and Cultural Center, 1-3 luglio 2016), con la relazione Ancient Scholarship on Satyr Play. The Background of Quotations in Athenaeus, Lexicographers, Grammarians and Scholia.

Convegno internazionale Eschilo: ecdotica, esegesi e performance teatrale (Cagliari, Università degli Studi, 25-26 settembre 2017), con la relazione I frammenti del Glauco marino di Eschilo

- Convegno nazionale Spazi e tempi delle emozioni. Dai primi secoli all'età bizantina (Catania, Università degli Studi, 9-11 novembre 2017), con la relazione Ira e mitezza nell'Anthologion di Giovanni Stobeo.

- Convegno internazionale Mythical History and Historical Myth: Blurred Boundaries In Antiquity (University of Patras - GR, Conference and Cultural Center, 28 giugno - 1 luglio 2019), con la relazione Re-writing a Sicilian Myth: The Palici and Aeschylus’ Aetnaeae.

 

Conferenze e seminari:

 

- De Euripidis Cyclope flatulento (Università di Palermo, Circulus Latinus Panormitanus, 26 aprile 2004);

- Ateneo e il testo dei tragici (Università di Catania, Cattedra di Grammatica Greca e Latina, 13 febbraio 2006);

- Trag. Adesp. F 617, 10 Snell-Kannicht: quando manca il cielo (Università di Catania, Cattedra di Grammatica Greca e Latina, 17 aprile 2007);

- Due testimonia relativi a Pratina di Fliunte (Dioscoride, AP VII 707; Pap. Petrie 2.49(b)): considerazioni esegetiche e proposte testuali  (Università di Catania, Cattedra di Grammatica Greca e Latina, 7 aprile 2008);

- Analisi e lettura critica dell'Ecuba di Euripide (Liceo Classico “Gulli e Pennisi”, Acireale 11 maggio 2006)

- Analisi e lettura critica dell'Eracle di Euripide (Liceo Classico “Gulli e Pennisi”, Acireale 16 maggio 2007).

- Trag. Adesp. F 617, 10 Snell-Kannicht: quando manca il cielo (Università di Catania, Cattedra di Grammatica Greca e Latina, 17 aprile 2007);

- Due testimonia relativi a Pratina di Fliunte (Dioscoride, AP VII 707; Pap. Petrie 2.49(b)): considerazioni esegetiche e proposte testuali  (Università di Catania, Cattedra di Grammatica Greca e Latina, 7 aprile 2008);

- Omero era una donna e si chiamava Nausicaa: uno scoop pseudofilologico (Università di Catania, delegazione AICC "Q. Cataudella", 28 novembre 2008);

- Le biblioteche nel mondo antico (Incontro di formazione per operatori del Servizio Civile Nazionale, Liceo Classico “Gulli e Pennisi”, Acireale 1 marzo 2011).

- Scienza e tecnica nell'età alessandrina: Eratostene, Archimede, Ctesibio (Liceo Scientifico "G. Galilei", Catania 4 giugno 2013);

- Questioni biografiche stesicoree (Seminari di critica testuale greca e latina, Università di Catania, 29 aprile 2014).

- I lemmi marginali del Codice Marciano di Ateneo (Seminari di critica testuale greca e latina, Università di Catania, 15 gennaio 2015).

- Tì chrè genésthai tèn hyperbebleménen gynaîka? (Eur. Alc. 153). Alcesti, ovvero la sposa perfetta (Incontri di ClassicaMente Noi. Per una memoria della cultura, per una cultura della memoria, Mascalucia, Liceo "C. Marchesi", 11 marzo 2016).

- Dramma satiresco ed erudizione antica: alcuni problemi di metodo (Seminari di critica testuale greca e latina, Università di Catania, 26 maggio 2016).

- I frammenti del Glauco marino di Eschilo (Seminari di critica testuale greca e latina, Università di Catania, 17 maggio 2018).

- Per l’esegesi dell’Amimone satiresca di Eschilo (13-15 Radt) (Seminari di critica testuale greca e latina, Università di Catania, 14 maggio 2019).

- Radici: la perennità della lingua greca (Giornata Mondiale della Lingua Greca, Convitto Nazionale “Mario Cutelli”, Catania, 7 febbraio 2020)

- Viaggi e viaggiatori mitici nel dramma attico: Io, Eracle, Dioniso (Declinazioni del viaggio nell'antichità. Primo seminario di studi classici in memoria di Francesca Fiandaca Riggi, Liceo “Ruggero Settimo”, Caltanissetta, 13 febbraio 2020)

- Su alcune glosse degli Hermeneumata Celtis  (Seminari di critica testuale greca e latina, Università di Catania, 17 aprile 2020).

 

 

 

28/10/2022
Corso zero di Lingua greca - Corso di laurea in Lettere

Si avvertono gli studenti che il prof. Paolo Cipolla darà inizio al Corso zero di Lingua greca per gli studenti di Lettere lunedì 7 novembre 2022 alle ore 8 nell'aula A9.

Il corso proseguirà nelle settimane successive ogni lunedì dalle 8 alle 10.

18/10/2022
Corso zero di greco per Beni Culturali

Il corso zero di lingua greca per il CdL in Beni Culturali, tenuto dalla prof.ssa Emilia Bonanno, inizierà martedì 25 ottobre 2022 e proseguirà con il seguente calendario:

 

Martedì  25 ottobre ore 14-16 aula 25
Mercoledì 26 ottobre ore 14-16 aula 28

Martedì 8 novembre ore 14-16 aula 25
Mercoledì 9 novembre ore 14-16 aula 28

Martedì 15 novembre ore 14-16 aula 25
Mercoledì 16 novembre ore 14-16 aula 28

Martedì 22 novembre ore 14-16 aula 25
Mercoledì 23 novembre ore 14-16 aula 28

Martedì 29 novembre ore 14-16 aula 25
 

14/10/2022
Programma Cultura greca e tradizione classica - CdL in Lettere

A seguito di alcune richieste di chiarimento, si precisa che per gli studenti del I anno del corso di laurea in Lettere che hanno nel piano di studi l'insegnamento di Cultura greca e tradizione classica da 6 CFU il programma prevede i seguenti punti:

a) lettura di testi in lingua greca

b) studio del manuale "L'originale assente" di Monica Centanni.

Gli studenti che hanno in piano l'insegnamento da 9 CFU porteranno anche cinque saggi di Engramma a scelta.

07/10/2022
I lunedì del Classico - seminari catanesi di scienze dell'antichità

I lunedì del classico - ciclo di seminari con riconoscimento cfu

Appuntamento con “Lingua, storia e cultura di una grande civiltà. La collana del Corriere della Sera”.

Il 10 ottobre alle ore 16.00 presso l’Auditorium G. De Carlo avrà luogo il primo seminario del ciclo “I lunedì del classico” promosso dai docenti Monica Centanni, Paolo B. Cipolla, Giovanna Giardina, Orazio Licandro e Daniele Malfitana.

L’iniziativa nasce dalla volontà del Dipartimento di Scienze Umanistiche, dalla Scuola Superiore di Catania, dalla Scuola di Specializzazione in Beni archeologici, patrocinata

LEGGI TUTTO

28/06/2022
Prove idoneità corso zero di greco - Lettere e Beni culturali

Gli studenti che non hanno ancora superato la prova di idoneità per il Corso zero di Greco (Lettere e Beni culturali) avranno la possibilità di sostenerla in una delle seguenti date:

15 luglio ore 8,30

2 settembre ore 8,30

gennaio 2023, primo appello utile (la data sarà comunicata in seguito).

Coloro che fossero interessati dovranno inviare una mail al docente almeno una settimana prima.

17/11/2021
Esami Lingua e letteratura greca

Si avvertono gli studenti di tutti i corsi di laurea interessati che, a partire dalla prossima sessione, potranno usufruire di maggiori opzioni nel sostenere l'esame di Lingua e letteratura greca:

- possibilità di ulteriore suddivisione del programma in prove parziali (letteratura, testi greci I parte, testi greci II parte), che potranno essere sostenute liberamente in coincidenza con le prove in itinere e con tutti gli appelli; ciascun modulo di testi greci dovrà comprendere almeno due autori (ad esempio, per il triennio: Erodoto e Aristotele, opp. Omero e i lirici; per il biennio: Callimaco

LEGGI TUTTO

30/11/2020
Variazione orario lezione Cultura greca e tradizione classica

La lezione di Cultura greca e tradizione classica prevista per domani martedì 1 dicembre alle ore 12, per sopravvenuti impegni istituzionali, si svolgerà dalle 16 alle 18 dello stesso giorno.

11/10/2020
Conoscenze minime - precisazione

A seguito delle numerose richieste pervenute al docente, si ritiene necessario precisare che le "conoscenze e competenze necessarie per il superamento dell’esame" NON EQUIVALGONO A UNA RIDUZIONE DI PROGRAMMA, in quanto il Dipartimento non ha mai deliberato in tal senso.

Il concetto di "conoscenze e competenze necessarie" indica semplicemente il livello minimo di preparazione da raggiungere su tutto il programma per superare l'esame.

Si prega pertanto di non inviare al docente richieste di riduzione del programma, perché non potranno essere accolte.

È invece possibile, per gli studenti

LEGGI TUTTO

09/06/2020
Conoscenze e competenze necessarie per il superamento dell’esame - Lingua e letteratura greca

In riferimento alle determinazioni votate all’unanimità al punto 2 della seduta del Consiglio di Dipartimento del 6 maggio 2020, e relative alle misure per il contenimento del numero degli studenti fuori corso, si indicano qui di seguito le conoscenze e competenze necessarie per il raggiungimento della sufficienza all’esame di Lingua e letteratura greca:

CdS triennale in Lettere

  • Conoscenza adeguata della morfologia e della sintassi della lingua greca
  • Capacità di lettura, traduzione, analisi grammaticale e sintattica di un testo greco
  • Conoscenza adeguata di generi, tematiche,
LEGGI TUTTO

16/02/2016
Argomenti da studiare

Elenco degli autori di Letteratura Greca da studiare

CdL triennale in Lettere 

 

  1. La poesia epica e didascalica. Omero (comprese le opere minori e di incerta attribuzione), il Ciclo, Esiodo.
  2. La poesia ‘lirica’.
    1. Il giambo. Archiloco, Semonide, Ipponatte.
    2. L'elegia. Callino, Tirteo, Mimnermo, Solone, Teognide.
    3. La lirica monodica. Alceo, Saffo, Anacreonte.
    4. La lirica corale. Alcmane, Stesicoro, Ibico, Simonide, Pindaro, Bacchilide.
  3. Il teatro: la tragedia. Eschilo, Sofocle, Euripide.
  4. La commedia antica. Epicarmo, Aristofane.                                                                      
  5. I
LEGGI TUTTO

21/11/2022
Sospensione lezioni Cultura greca e tradizione classica - Lingua e letteratura greca

Si avvertono gli studenti che le lezioni di Cultura greca e tradizione classica e di Lingua e letteratura greca previste per venerdì 25 novembre non avranno luogo, causa coincidenza con le sedute di laurea.

11/11/2022
Lezioni Cultura greca e tradizione classica

Le lezioni di Cultura greca e tradizione classica riprenderanno regolarmente lunedì 14 novembre come da calendario. 

11/11/2022
Sospensione lezione Lingua e letteratura greca martedì 15 novembre

La lezione di Lingua e letteratura greca prevista per martedì 15 novembre non avrà luogo. L'attività didattica riprenderà regolarmente giovedì 17.

08/11/2022
Differimento esami Lingua e letteratura greca

Gli esami previsti per venerdì 11 novembre 2022 sono rinviati a martedì 15 novembre alle ore 8. Coloro che avessero urgenza di sostenerli giorno 11 sono invitati a contattare il docente.

25/10/2022
Lezione Lingua e letteratura greca giovedì 27 ottobre

La lezione di Lingua e letteratura greca di giovedì 27 ottobre non avrà luogo, causa coincidenza con altro impegno istituzionale.

17/10/2022
Spostamento lezione di Cultura greca e tradizione classica

La lezione di Cultura greca e tradizione classica di venerdì  21 ottobre si svolgerà nell'aula magna "S. Mazzarino" anziché in Auditorium, dalle 12 alle 15.

14/10/2022
Appello laureandi

Gli studenti che, avendone i requisiti, intendono accedere all'appello per laureandi di Lingua e letteratura greca dovranno inviare al docente entro il 3 novembre una mail contenente nome, cognome, numero di matricola e codice della disciplina. Non saranno prese in considerazione richieste inviate oltre tale termine.

L'appello si svolgerà martedì 8 novembre alle 8,30.

29/09/2022
Inizio lezioni di Lingua e letteratura greca - CdL in Lettere

Il prof. Paolo Cipolla inizierà le lezioni di Lingua e letteratura greca per il corso di laurea triennale in Lettere (ind. classico) martedì 11 ottobre 2022 nell'aula A5.

Le lezioni proseguiranno con il seguente calendario:

Martedì ore 14-16 aula A5

Giovedì ore 12-14 aula 268

Venerdì ore 16-18 aula A5

29/09/2022
Inizio lezioni di Cultura greca e tradizione classica

Cultura greca e tradizione classica
(Monica Centanni – Paolo Cipolla)

La prima lezione del corso di Cultura greca e tradizione classica (Beni culturali e Lettere classiche) si terrà
venerdì 7 ottobre 2022, alle ore 12-15, Auditorium De Carlo

27/09/2022
Esami 28 settembre

Gli esami di domani 28 settembre si svolgeranno secondo i seguenti turni:

I turno ore 8,30 lettere A - M

II turno ore 15,30 lettere P - Z

20/09/2022
Appello del 23 settembre

Gli esami di Lingua e letteratura greca previsti per venerdì 23 settembre sono rinviati a mercoledì 28 settembre alle ore 8,30.

Coloro che avessero urgenza di sostenere l'esame giorno 23 sono invitati a contattare il docente.

15/09/2022
Colloquio per l'ammissione al Corso di Laurea Magistrale in Filologia Classica

Il colloquio per l'ammissione al Corso di Laurea Magistrale in Filologia Classica si svolgerà lunedì 19 settembre 2022 alle ore 9,30 nell'aula 67 dell'ex Monastero dei Benedettini, Piazza Dante 32, Catania.

I candidati convocati dovranno presentarsi muniti di un documento di identità.

06/09/2022
Corso su Teatro greco e retorica

il prossimo lunedì 12 settembre, presso la Scuola Superiore dell'Università in via Valdisavoia 9, avrà inizio il corso specialistico "Teatro greco e retorica: strategie comunicative e tecniche di argomentazione nei testi drammatici”, coordinato dal prof. Paolo Cipolla, che vedrà l’intervento dei professori Enrico Medda (Università di Pisa) e Bernhard Zimmermann (Albert-Ludwigs-Universität, Friburgo).

Il corso è destinato agli allievi della scuola ed è aperto anche agli studenti dei corsi ordinari dell’Ateneo che fossero interessati. La partecipazione è libera e gratuita; le lezioni

LEGGI TUTTO

01/09/2022
Appello 2 settembre - RETTIFICA

L'appello del 2 settembre 2022 è rinviato a lunedì' 5 settembre alle ore 8,30.

15/07/2022
Esami Lingua e letteratura greca

Si avvertono gli studenti che nella seduta d'esame che si aprirà in data odierna saranno esaminati solo coloro che hanno urgenza o che ne facciano esplicita richiesta.

Gli altri potranno presentarsi direttamente al prolungamento, che si terrà nella giornata di lunedì 25 luglio in due sedute, con inizio alle 9 e alle 15,30. Il calendario sarà pubblicato entro sabato.

20/06/2022
Appello del 21 giugno

Gli esami di Lingua e letteratura greca del 21 giugno 2022 si svolgeranno in presenza (salvo casi autorizzati), presso lo studio del docente, con il seguente calendario:

 

martedì 21 giugno, ore 15,30

 

10N000454 

1000020021

1000004434 

1000017372

1000002311

1000012374 

1000002732

1000018370

10N000506

Y55001024

1000017201

 

mercoledì 22 giugno ore 8,30

 

P00000025 

1000026936

1000042235

1000020605

1000020372

1000014237

10N000552

Y55000797

1000002991 

10N000254

1000017201

1000002351

 

All'interno

LEGGI TUTTO

10/05/2022
Conferenza prof. Antonopoulos

Lunedì 16 maggio alle ore 11 il prof. Andreas P. Antonopoulos, dell'Università di Ioannina (GR), terrà una conferenza in modalità telematica sul tema "Building a Database for the Greek Fragmentary Tragedians".

Per accedere tramite Teams si potrà usare il codice delle lezioni di magistrale di Lingua e letteratura greca: vrmipow

oppure il seguente link:

https://teams.microsoft.com/l/team/19%3aYpe8BnVNkcealo6670j6g-S3kQ7WGUlKyDSis5MVZZU1%40thread.tacv2/conversations?groupId=c6b72552-c631-4dd2-a7bc-cc62a50f6db3&tenantId=baeefbc8-3c8b-4382-9126-e86bfef46ce6

22/04/2022
Esami 27 aprile

Si avvertono gli studenti che gli esami del 27 aprile saranno così ripartiti:

I turno ore 8,30 lettere A-F

II turno ore 11,30 lettere G-S.

20/04/2022
Esami 22 aprile

Gli esami del 22 aprile si svolgeranno in presenza presso lo studio del docente (stanza 229/1, II piano).

All'apertura dell'appello si terranno solamente gli esami urgenti; chi non ha urgenza potrà presentarsi direttamente mercoledì 27 a partire dalle 8,30. Gli orari esatti saranno comunicati successivamente.

Per assicurare un'organizzazione ottimale del lavoro, si raccomanda a chi volesse rinunciare all'esame di comunicarlo in tempo utile.

07/04/2022
Svolgimento esami

Si informano gli studenti che l'appello dell'11 aprile si svolgerà in presenza presso lo studio del docente (stanza 229/1, II piano).

I candidati sono invitati a presentarsi suddivisi per corso di laurea:

ore 15,30 Filologia classica

ore 17,30 Lettere e Beni culturali

 

17/03/2022
Esami per laureandi di aprile e maggio

Gli studenti che, non iscritti al corrente anno accademico, prevedono di laurearsi nelle sessioni di aprile e giugno e devono ancora sostenere l'esame di Lingua e letteratura greca potranno usufruire di un appello dedicato nelle seguenti date:

 

11 aprile ore 15,30 per i laureandi di aprile

23 maggio ore 8,30 per i laureandi di giugno

Per accedere agli appelli è necessario inviare una richiesta al docente, rispettivamente, entro il 6 aprile e il 18 maggio. La richiesta dovrà contenere, oltre ai dati anagrafici, il numero di matricola e il corso di laurea di appartenenza. Non

LEGGI TUTTO

11/03/2022
Conferenza prof. Glenn Most su Talete

Lunedì 14 marzo alle ore 16 il prof. Glenn Most, già ordinario di Filologia greca presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, terrà una conferenza su Talete e le origini della filosofia greca. La conferenza si terrà nell'aula 254; chi volesse seguire a distanza potrà collegarsi all'aula virtuale di Lingua e letteratura greca del corso magistrale (codice Teams vrmipow).

02/02/2022
Esami febbraio per laureandi non iscritti

Si ricorda agli studenti che devono sostenere esami negli appelli di febbraio e, in quanto laureandi, non risultano iscritti per il corrente anno accademico, che devono comunicare i propri dati al docente in tempo utile perché possano essere trasmessi alla segreteria.

Si invitano pertanto coloro che non l'avessero ancora fatto a contattare il docente entro i termini specificati di seguito:

- 4 febbraio per l'appello di giorno 7

- 17 febbraio per l'appello di giorno 21.

 

Non saranno prese in considerazione richieste inviate oltre i suddetti termini.

27/01/2022
Corso zero di Lingua greca - CdS in Lettere classiche

La dott.ssa Antonella Conte darà inizio al Corso zero di Lingua greca per gli studenti di Lettere classiche martedì 1 febbraio alle ore 10 e proseguirà nei giorni di martedì e giovedì dalle 10 alle 12.

Le lezioni si svolgeranno sulla piattaforma Teams (codice xgo56of).

DataStudenteArgomento della tesi
04/10/20221000/002311L’epigramma: Nosside di Locri
03/10/20221000/029650Per un'edizione commentata del Tractatus Coislinianus
22/06/20221000/042238I peani delfici: aspetti della prassi musicale greca di età ellenistica.
13/01/20221000/012369Il "Tamira" di Sofocle
26/11/20211000/005392Amore omosessuale negli Idilli di Teocrito
30/09/20211000/004971Le origini della tragedia greca e il confronto con il dramma cristiano medievale
22/09/20211000/026943Citazioni letterarie nel commento a Demostene di Didimo Calcentero (Papyrus Berol. 9780)
18/03/20211000/004854Retorica in Aristofane
06/06/2018Y52000022Le donne in Menandro

NORME REDAZIONALI PER TESI E LAVORI DI AMBITO FILOLOGICO

 

1) Gli autori e i testi antichi vanno citati secondo le sigle dell'Oxford Classical Dictionary (OCD). Per quelli in esso non elencati si fa riferimento alle sigle del Greek-English Lexicon di Liddell-Scott-Jones (LSJ: autori greci) e del Thesaurus linguae Latinae (ThlL: autori latini).

Di norma vanno indicati: autore, titolo (secondo i dizionari citati, tranne per gli autori di cui è conservata solo un'opera), libro, capitolo, paragrafo ed eventualmente paginazione dell'edizione fondamentale di riferimento per la prosa: autore, titolo, eventualmente libro per i poemi, numero di versi per le opere poetiche. Il libro si può indicare a numero romano o arabo, a scelta: nel primo caso non va seguito da virgola, nel secondo sì:

 

Thuc. II 3, 1 opp. 2, 3, 1 = Tucidide, Storie, libro secondo, capitolo terzo, paragrafo primo

Xen. Mem. I 3, 2 = Senofonte, Memorabili, libro primo, capitolo terzo, paragrafo secondo

Pl. Apol. 21 A, 5 = Platone, Apologia di Socrate, pag. 21 A dell'edizione di Henricus Stephanus (ordinariamente riportata in tutte le edizioni posteriori), riga 5

Arist. Po. 1449b 20 = Aristotele, Poetica, pag. 1449 colonna b riga 20 dell'edizione di Immanuel Bekker

Hom. Il. 6, 120 = Omero, Iliade, libro VI, verso 120

Pind. Ol. 1, 35 = Pindaro, Olimpica I, verso 35

 

Per gli scoli e i commenti di solito si indica il nome dell'ultimo editore:

 

∑ Ar. Pac. 956b p. 145 Holwerda = Scoli ad Aristofane, Pace, v. 956b, pag. 145 dell'edizione di D. Holwerda

 

Ugualmente per i testi raccolti in sillogi e per quelli frammentari (spesso i nomi degli editori si abbreviano):

 

Xenophan. fr. 1 D.-K. o Diels-Kranz

Eur. fr. 324 K. o Kannicht

Eub. fr. 2 K.-A. o Kassel-Austin

 

Oppure il titolo della silloge (abbreviato) e il numero di pagina:

 

Chrys. SVF III 719 = Crisippo, Stoicorum veterum fragmenta (a cura di van Arnim) vol. III pag. 719

 

2) Gli studi moderni vanno citati per esteso nella bibliografia (all'inizio o alla fine della tesi), indicando cognome e nome, titolo in corsivo, luogo e data di pubblicazione:

 

Björck G., Das Alpha impurum und die tragische Kunstsprache, Uppsala 1950.

 

Se si tratta di articoli su riviste: cognome e nome, titolo dell'articolo, titolo del periodico, numero di fascicolo, annata, pagine:

 

Brillante, C., L’Eoia di Mestra nel Catalogo esiodeo, Materiali e discussioni per l'analisi dei testi classici 10/11, 1983,  9- 63.

 

La maggior parte dei periodici può essere indicata in forma abbreviata usando le sigle dell'Année philologique (in una nota si indicherà che si seguono tali abbreviazioni):

 

C. Collard, On the Tragedian Chaeremon, JHS 90, 1970, 22-34.

 

In questo caso, JHS = Journal of Hellenic Studies

 

 

Se si tratta di contributi in volumi miscellanei o atti di congressi:

 

H. Lloyd-Jones, Problems of Early Greek tragedy, in AA.VV., Estudios sobre la tragedia griega, Cuadernos de la fondaciòn Pastòr XIII, 1966, 11-33.

A. Melero, Notas críticas al Agèn de Pitòn, in: V. Bécares Botas - Pilar Fernández Álvarez - E. Fernández Vallina (edd.), KALON THEAMA. Estudios de Filologia clásica e Indoeuropeo dedicados a F. Romero Cruz, Salamanca 1999, 143-152 (se noti, indicare i nomi dei curatori del volume)

L. E. Rossi, Origini e finalità del prodotto pseudepigrafo. Pseudepigrafia preterintenzionale nel ‘Corpus Theocriteum’: l' ‘Idillio VIII’, in La letteratura pseudepigrafa nella cultura greca e romana. Atti di un incontro di Studi. Napoli, 15-17 gennaio 1998, a cura di G. Cerri, A.I.O.N. (Annali dell'Istituto Universitario Orientale di Napoli - sez. filologico-letteraria) XXII - 2000, Napoli 2000, 231-61.

 

Nel corso della trattazione le opere si citano con il nome dell'autore seguito dall'anno di pubblicazione e dal numero di pagina (es.: Wilamowitz 1913, 103 = U. von Wilamowitz, Sappho und Simonides, Berlin 1913, pag. 103; Wilamowitz 1885, 86 = U. von W., Ein altattisches Epigramm, Hermes 20, 1885, pag. 86); nel caso di opere pubblicate durante lo stesso anno, si utilizzano le lettere dell'alfabeto (es.: Sutton 1980a = D. F. Sutton, The Greek Satyr Play,  Meisenheim am Glan 1980; Sutton 1980b = D. F. S., Harpalus as Pallides, RhM 123, 1980, 96).

Se si citano edizioni moderne di autori antichi bisogna indicare il nome dell'editore, non dell'autore: così, p. es. Kannicht 2004, I 250 = Tragicorum Graecorum fragmenta V/1: Euripides, ed. R. Kannicht, Göttingen 2004, pag. 250 (non "Euripide 2004"!)

 

Gli articoli di lessici, enciclopedie e simili vanno citati come segue:

 

H. Schmidt, «Python» 4, RE XXIV, 1963, 611, 5-7 = voce «Python» n. 4 (nel caso esistano lemmi riguardanti omonimi), in Pauly-Wissowa, Realencyclopaedie der klassischen Altertum-swissenschaft, vol. XXIV, anno 1963, colonna 611, righe 5-7

LSJ s. v. i{sthmi B II 2 = Liddell-Scott-Jones, Greek-English Lexicon, alla voce i{sthmi parte B II 2 (i lemmi molto lunghi sono divisi in parti individuate da lettere dell'alfabeto, numeri romani e arabi)

LIMC, s. v. «Erysichthon» I (IV 1-2, Zürich-München 1988) = Lexicon Iconographicum Mythologiae Classicae, vol. IV tomi 1-2, ecc.

 

3) abbreviazioni di uso comune:

 

cf. o cfr.                                                         confronta

v. o vd.                                                           vedi

cf. supra (opp. infra) p. 5                              rinvio ad una pagina precedente o successiva

p., pp. (o pag., pagg.)                                    pagina, pagine

s., ss. (o sg., sgg.)                                          seguente, seguenti

op. cit.                                                            opera citata (si usa per indicare un'opera menzionata poco prima, possibilmente nella stessa pagina)

l. cit.                                                               luogo citato (per indicare un particolare passo di un'opera antica o di uno studio moderno)

ad l.                                                                ad locum (rinvio al commento di uno studioso moderno al passo antico citato immediatamente prima)

app. ad l.                                                        come sopra (rinvio all'apparato di un'edizione critica)

Kannicht ad Eur. Hel. 100                            = Euripides, ‘Helena’, hrsg. v. R. Kannicht, I (Einleitung und Text), II (Kommentar), Heidelberg 1969, nota di commento al v. 100

s. v.                                                                sub voce (per i lemmi di dizionari ed enciclopedie)

e. g.                                                                exempli gratia (per esempio)

 

 

In generale bisogna attenersi ai seguenti principi metodologici:

1) di ogni informazione fornita il lettore deve poter controllare, se lo desidera, la veridicità risalendo alla fonte. Bisogna dunque indicare sistematicamente (per lo più nelle note) i passi di autori antichi e studiosi moderni da cui sono tratte le informazioni contenute nel testo. Ove lo si ritenga opportuno, bisogna riportare anche il testo originale (ed eventualmente la traduzione), nella misura in cui può essere utile a illustrare o documentare qualcosa; se le citazioni sono particolarmente estese vanno poste nel testo in corpo minore e seguite dalla traduzione. I testi greci vanno scritti utilizzando il layout di tastiera greco politonico; quelli latini di autore antico vanno in corsivo. Eventuali citazioni moderne vanno di regola tra virgolette a caporali «».

2) Non bisogna mai dare nulla per scontato, né basarsi su informazioni di seconda mano. Ogni riferimento a opere antiche o moderne trovato negli testi che vengono consultati va sempre riscontrato direttamente; in particolare, le citazioni di autori antichi vanno sempre controllate sulle edizioni più recenti. Così ad esempio, se uno studio del 1950 cita un frammento tragico secondo Nauck, bisogna controllare nei Tragicorum Graecorum Fragmenta di Radt-Snell-Kannicht (I-V, Göttingen 1971-2004); se cita Stesicoro secondo Bergk, bisogna riscontrarlo sull'edizione di Davies-Finglass, ecc.

3) Diffidare di informazioni reperite su internet, a meno che non provengano da fonti di comprovata attendibilità (ad esempio, banche dati o riviste scientifiche online)

4) Nei limiti del possibile, occorre fornire una valutazione critica personale circa i problemi oggetto di discussione, motivandola adeguatamente.

Prof. Giuseppe Agosta

Dott.ssa Antonella M.V. Conte

Prof. Giacomo Mancuso

Prof. Rosario G. Scalia