Carmelo Ugo CRIMI

Professore ordinario di CIVILTA' BIZANTINA [L-FIL-LET/07]
Sezione di appartenenza: Archeologia e scienze dell'antichità
N.B. Non presta più servizio presso questo dipartimento

Email: ccrimi@unict.it
Sito web: unict.academia.edu/CarmeloCrimi




Carmelo Crimi (Lentini, 6 marzo 1949) – Laurea in Lettere Classiche (Università di Catania, 18.10.1971) con voti 110/110 e lode – è professore ordinario nel Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania, nel settore di “Civiltà bizantina” (L-FIL-LET/07). Vi insegna Storia bizantina e Filologia bizantina. È membro ordinario dell’Associazione Italiana di Studi Bizantini, dell’Associazione di Studi Tardoantichi e dell’Istituto Siciliano di Studi Bizantini e Neoellenici. 
Allievo del grecista Quintino Cataudella e del bizantinista Rosario Anastasi, nel corso della carriera accademica ha studiato soprattutto la poesia greca tardoantica e quella bizantina, pubblicando contributi che spaziano dalle edizioni critiche ai saggi storico-letterari, alle note filologiche e storiche, alle recensioni. Tra i suoi interessi anche l’agiografia tardoantica e bizantina, con lavori, tra l’altro, su S. Agata, S. Barbara, S. Atanasio di Metone.
Nelle sue ricerche costantemente privilegia, sull’esempio dei suoi Maestri, l’approccio storico-filologico agli autori del passato e dà rilievo ai processi di trasmissione delle loro opere. In questa prospettiva, ha fornito numerosi contributi alla storia del testo di Gregorio Nazianzeno e alla sua diffusione nel mondo bizantino e nell’Umanesimo. In particolare, ha presentato in prestigiosi ambiti scientifici – come i Congressi della Società Internazionale per lo Studio del Medioevo Latino (SISMEL) – alcuni saggi specificamente dedicati a queste tematiche.
Sono sue le edizioni critiche dell’anacreontea "Per la restaurazione delle venerande e sacre immagini" di Michele Sincello (Accademia Nazionale dei Lincei, Roma 1990) e dell'importante carme I,2,10 de virtute di Gregorio Nazianzeno (Pisa 1995, nella collana ‘Poeti cristiani’: il volume comprende anche l’editio princeps della versione latina dell’umanista Antonio Tudertino).
Ha curato,insieme a R. Palla, M.G. Moroni e A. Dessì, il volume "Gregorio di Nazianzo in Occidente", I, Pisa 2010, in cui per la prima volta vengono analiticamente esaminate e messe in relazione tutte le edizioni e le traduzioni a stampa del Nazianzeno prodotte nel lasso di tempo che va dal 1500 al 1549.
Ha pubblicato ("Rivista di Studi Bizantini e Neoellenici n.s. 52, 2015, pp. 33-91) l'edizione critica dei "Versi per la domenica di Pasqua" di Arsenio.

Anno accademico  

18/02/2019
Materiali di Filologia bizantina (prof. C. Crimi) a.a. 2018-2019

In previsione dell'inizio delle lezioni, avverto le studentesse e gli studenti interessati al corso di Filologia bizantina tenuto, per l'anno accademico 2018-19 (secondo semestre), dal prof. Carmelo Crimi (corso di laurea magistrale in Filologia Classica) che alcuni materiali, liberamente scaricabili, sono disponibili nella pagina di Studiumunict del corso stesso. E' opportuno che chi non l'ha ancora fatto si iscriva a Studiumunict anche per ricevere in tempo reale gli avvisi inerenti al corso.


18/02/2019
Materiali di Storia bizantina (prof. C. Crimi) a.a. 2018-2019

In previsione dell'inizio delle lezioni, avverto le studentesse e gli studenti interessati al corso di Storia bizantina tenuto, per l'anno accademico 2018-19 (secondo semestre), dal prof. Carmelo Crimi (corsi di laurea in Lettere e Beni Culturali) che alcuni materiali, liberamente scaricabili, sono disponibili nella pagina di Studiumunict del corso stesso. E' opportuno che chi non l'ha ancora fatto si iscriva a Studiumunict anche per ricevere in tempo reale gli avvisi inerenti al corso.


DataStudenteArgomento della tesi
10/10/2018682/000930Giorgio Maniace in Sicilia
27/09/2017Y55/000102L'imperatrice Zoe
05/12/2016P00/000111Agiografia in età iconoclasta: la Vita di S. Filareto
30/07/2014646/002509L'iconoclasmo e la tradizione agiografica su Leone di Catania
02/04/2009A85/000032W. Pirckheimer traduttore di Gregorio di Nazianzo: l'Orazione 5