Presentazione del corso

Il Corso di studio in Beni culturali è un percorso formativo rivolto a quanti intendano occuparsi di patrimonio culturale nelle sue varie declinazioni. Il corso coniuga specifiche conoscenze archeologiche, storico-artistiche, museologiche e archivistiche con un solido sapere umanistico di ambito storico-geografico, letterario-filologico e linguistico e fornisce anche una formazione di base nel campo della legislazione dei beni culturali e della gestione del patrimonio. Il corso propone tre curricula: archeologico, storico-artistico e in promozione del patrimonio culturale. Il curriculum archeologico approfondisce gli aspetti legati alle principali metodologie di ricerca e di analisi archeologica, con riferimento ai fenomeni storici, sociali e culturali di età antica e alto-medievale. Il curriculum-storico artistico si fonda sulla conoscenza della storia dell’arte medievale, moderna e contemporanea e propone approfondimenti sulle fonti scritte per la storia dell’arte e sui rapporti tra i manufatti artistici e i loro contesti, anche museografici. Il nuovo curriculum in promozione del patrimonio culturale (sede di Siracusa) coniuga conoscenze archeologiche e storico-artistiche, che spaziano dall’antico al contemporaneo, per accostarle a una formazione più orientata verso la valorizzazione e la gestione dei beni culturali. Gli insegnamenti sono impartiti attraverso lezioni frontali ma anche esercitazioni pratiche e lavori di gruppo, oltre che visite didattiche presso siti archeologici, monumentali e museali. Il percorso formativo comprende anche tirocini e stages presso musei, cantieri di restauro, siti e scavi archeologici, aziende che operano nel settore dei beni culturali. Il corso consente anche di acquisire una conoscenza di base nelle lingue straniere, in particolare nella lingua inglese, e propone esperienze all’estero, attraverso il Programma Erasmus e altri accordi di scambio o di cooperazione internazionale. Il corso da accesso alle lauree magistrali in Archeologia e in Storia dell’arte e beni culturali; prepara alle professioni di archeologo e storico dell’arte non specializzato; forma figure professionali che collaborano alla conservazione, valorizzazione, promozione e divulgazione del patrimonio culturale, aprendo sbocchi lavorativi presso musei, biblioteche, mediateche, parchi archeologici, enti statali e locali, aziende, fondazioni private e cooperative di servizi.