Paolino TRAPANI

Dottorando - XXXVI Scienze per il Patrimonio e la Produzione Culturale - Tutor: Anna MIGNOSA


Paolino Trapani (1983) ha conseguito la laurea magistrale in Archeologia all’Università degli studi di Catania nel 2014 con una tesi dal titolo: La Sardegna nuragica: origine e funzione del nuraghe semplice. Ha successivamente collaborato nel 2015 con il laboratorio di virtualizzazione presso Arcadia University Study abroad Sicily, poi nel 2016 con il laboratorio CVAST dell’università del South Florida e dal 2017 ad oggi è collaboratore di IDEx Lab presso l’università del South Florida con il ruolo di ricercatore associato e coordinatore per le operazioni in Sicilia e Malta.

In questi anni ha svolto diverse attività su commissione, pubblica e privata, che vanno dall’organizzazione di campagne di scavo alla digitalizzazione del patrimonio culturale.

I suoi interessi di ricerca sono la preistoria del bacino del Mediterraneo, lo studio della ceramica, le tecnologie digitali per la registrazione dei dati di scavo e la divulgazione pubblica del patrimonio culturale.

 

Progetto di ricerca del dottorato

La ricerca rientra negli ambiti di intervento previsti nella Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI). Obiettivo principale è la valorizzazione del capitale naturale e culturale di Petralia Soprana con attenzione particolare allo sviluppo turistico. Tuttavia, intende proporre un approccio diverso in cui la sostenibilità diventa uno dei pilastri della ricerca. Si ritiene che concentrandosi sullo sviluppo di un turismo culturale sostenibile sarà possibile toccare altri ambiti di intervento della SNAI, in particolare: tutela attiva del territorio e sostenibilità ambientale, valorizzazione dei sistemi agroalimentari e saper fare e artigianato. Questi aspetti non possono essere separati in una strategia di sviluppo sostenibile di lungo periodo del territorio. Le esperienze più interessanti di sviluppo locale che partono dalla valorizzazione del patrimonio naturale e culturale, infatti, si concentrano su una visione olistica del territorio in cui tutela attiva del territorio e sostenibilità ambientale sono un presupposto imprescindibile per garantire la valorizzazione del patrimonio.

La ricerca, dunque, partendo dal patrimonio culturale e naturale intende sviluppare un approccio integrato al territorio per sfruttare e valorizzare le relazioni fra i vari elementi che lo compongono.


Collaborazioni con centri di ricerca esteri

Research associate, IDEx Lab, Department of History, University of South Florida (http://history.usf.edu/idex/index.html)

 

 

D. Tanasi , S. Hassam , K. Kingsland , P. Trapani , M. King and D. Calì, "Melite Civitas Romana in 3D: Virtualization Project of the Archaeological Park and Museum of the Domus Romana of Rabat, Malta", Open Archaeology, De Gruyter, 7:1, 2021, pp. 51-83. http://doi.org/10.1515/opar-2020-0126