Pietro Moroni ha conseguito cum laude la laurea magistrale in Musicologia (LM-45) presso il Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali dell’Università degli Studi di Pavia, con una tesi sui frammenti liturgico-musicali dell’Archivio di Stato di Perugia, oggetto, tra l’altro, di una recente pubblicazione monografica (Lucca, Libreria Musicale Italiana 2023). A partire dalla tesi di laurea triennale in Musicologia (L-1) conseguita nel medesimo Ateneo, si occupa di monodia e codicologia liturgica medievale, con particolare attenzione non solo per i frammenti ma anche per le fonti tarde italiche, su cui ha condotto e conduce ricerche in varie istituzioni italiane e i cui risultati, presentati in convegni e seminari, sono regolarmente pubblicati in riviste specializzate del settore. A cavallo tra il 2019 e il 2020 ha svolto un’attività di tirocinio curricolare presso l’Archivio di Stato di Como – portando alla luce quasi cinquecento maculature liturgiche e liturgico-musicali – e, in tale contesto, ha curato la mostra Non impedias musicam. Mostra di frammenti liturgico musicali dell’Archivio di Stato di Como (10 ottobre-10 dicembre 2021). Da gennaio 2022 è membro del gruppo di ricerca Historiae italiane della Fondazione Ugo e Olga Levi di Venezia, coordinato dal prof. Marco Gozzi e dal 2024 è membro della Segreteria di redazione della Rivista Internazionale di Musica Sacra (Lucca, Libreria Musicale Italiana). È attualmente dottorando in Scienze per il Patrimonio e la Produzione Culturale presso l’Università degli Studi di Catania con un progetto di ricerca sui frammenti liturgico-musicali dell’Archivio di Stato di Enna.

Progetto di ricerca del dottorato

I frammenti liturgico-musicali dell’Archivio di Stato di Enna. Studio, tutela e valorizzazione di un patrimonio materiale e immateriale sommerso

Nonostante ciò che sopravvive rappresenti soltanto una minima parte rispetto al passato, archivi, biblioteche e istituzioni siciliane conservano un cospicuo patrimonio librario liturgico e liturgico-musicale. Stando al ponderoso inventario di Giacomo Baroffio, Iter Liturgicum Italicum. Editio maior  (Stroncone, Associazione San Michele Arcangelo 2011), sono numerose le istituzioni che custodiscono frammenti liturgico-musicali, ma nella maggior parte dei casi non si hanno a disposizione dati circa la quantità, la datazione o lo stato di conservazione. Nel caso degli Archivi di Stato la situazione è più complessa in quanto spesso non risultano censiti e, di conseguenza, non sono note neanche la presenza o l’assenza di materiale liturgico e liturgico-musicale.

L’Archivio di Stato di Enna rientra in quest’ultima casistica e, sull’Iter, non vi è nemmeno la voce ad esso dedicata. Ad un esame più accurato si è potuta appurare l’esistenza di un cospicuo patrimonio sommerso materiale e immateriale che, in attesa di emergere, allo stato attuale ammonta ad oltre quattrocento coperte liturgico-musicali di riuso – quasi tutte distaccate dai volumi che un tempo difendevano –, in gran parte restaurate e alcune delle quali dotate di un prezioso apparato decorativo. 

Il progetto intende per la prima volta, unitariamente e con un approccio multidisciplinare, sottoporre questo importante patrimonio ignorato dall’attuale ricerca scientifica ad uno studio storico-artistico, musicologico e liturgico che permetterà di ampliare le conoscenze musicali e liturgiche relative all’area ennese e alla Sicilia nel periodo medievale, di mettere in luce le caratteristiche delle miniature e dell’apparato decorativo, nonché di evidenziare analogie, differenze ed eventuali influenze con testimoni di aree attigue.

Accanto alla tutela e alla conservazione, ai fini di promuovere la valorizzazione e la fruizione del fondo, i risultati del progetto saranno infine inseriti nel circuito dei database digitali open access. Ciò consentirà di portare a conoscenza questo prezioso patrimonio finora immeritatamente inesplorato.

Tutor: prof.ssa Maria Rosa De Luca

Co-tutor: prof.ssa Barbara Mancuso

Tutor esterno: prof. Rodobaldo Tibaldi


Partecipazione a convegni in qualità di relatore

P. Moroni, Da oggetti per il culto ad oggetti di culto: dispersione, reimpiego e valorizzazione dei manoscritti liturgico-musicali e il caso dell’Archivio di Stato di Enna, in Patrimoni in movimento. Vendite, spoliazioni, lasciti, donazioni, II convegno dottorale interdisciplinare, Parma, Università degli Studi – Modena, Biblioteca Estense Universitaria, 9-10 maggio 2024.

P. Moroni, I frammenti liturgico-musicali aretini. Una prospettiva liturgica e musicale, in Teodaldo e Guido Monaco. Riforma e cultura ad Arezzo nel secolo XI, convegno internazionale di studi organizzato da Fondazione Guido d’Arezzo – Centro Studi Guidoniani e Accademia Petrarca di Lettere, Arti e Scienze, Arezzo, Palazzo Vescovile, 13-14 novembre 2023.

P. Moroni, Martini preconio et gaudet. Una nuova sequenza medievale, in VIII Ciclo di Studi Medievali, convegno organizzato NUME, Gruppo di ricerca sul Medioevo Latino, Firenze, ex Convento ‘Il Fuligno’, 23-24 maggio 2022.

P. Moroni, Disce et labora. Un approccio alla codicologia liturgica per gli studenti della scuola primaria, in Tradizione e nuovi linguaggi. Come parlare di Canto Gregoriano a chi il Canto Gregoriano non lo conosce, convegno organizzato da Sicilia Gregoriana, AiscGre e Università degli Studi di Catania nell’ambito dei Dies Gregoriani,  Catania, Palazzo della Cultura, 6 novembre 2021.


Curatela di mostre

P. Moroni, C. Cammarata (a c. di), Non impedias musicam. Mostra di frammenti liturgico-musicali dell’Archivio di Stato di Como, Como, Archivio di Stato, 10 ottobre-10 dicembre 2021.


Membro del gruppo di ricerca Historiae italiane, Venezia, Fondazione Ugo e Olga Levi (dal 2022)                                                                                                                                                           

Coordinatore scientifico: prof. Marco Gozzi

Membro della Segreteria di redazione Rivista Internazionale di Musica Sacra, Lucca, Libreria Musicale Italiana (dal 2024)

Monografie

P. Moroni, Frammenti liturgico-musicali dell’Archivio di Stato di Perugia. Archivio del Comune di Perugia, Catasti, prefazione di Giacomo Baroffio, introduzione di Pietro Moroni e Rodobaldo Tibaldi, indici di Marco Gozzi, Lucca, Libreria Musicale Italiana, 2023 (Monumenta Liturgiae et Cantus 8). [ISBN 9788855433457]

Articoli e saggi in riviste e volumi

P. Moroni, C. Cammarata, Recenti ritrovamenti all’Archivio di Stato di Como: il nuovo fondo ‘Recuperi’, serie ‘Frammenti liturgico-musicali’, «Rivista Archeologica dell'Antica Provincia e Diocesi di Como» 205 (2023), pp. 155-164.

P. Moroni, La coperta Riformanze, Consigli, 13 (1560-1563) dell’Archivio Storico Comunale di Filottrano. Un frammento di Graduale in scrittura beneventana, «Atti e memorie della Deputazione di Storia Patria per le Marche» 115 (2022), pp. 51-64.

P. Moroni, Martini preconio et gaudet. Una nuova sequenza medievale, in VIII Ciclo di Studi Medievali. Atti del Convegno (Firenze, 23-24 maggio 2022), a cura di NUME - Gruppo di ricerca sul Medioevo Latino, Monza, Edizioni EBS Print, 2022, pp. 345-349.

P. Moroni, I frammenti liturgico-musicali dell’Archivio di Stato di Perugia e delle sue Sezioni: status quæstionis, «Rivista Internazionale di Musica Sacra» 42 1/2 (2021), pp. 133-152.

P. Moroni, C. Cammarata, Quod ergo Deus coniunxit homo non separet: la ricomposizione dei frammenti liturgico-musicali, «Rivista Internazionale di Musica Sacra» 41 1/2 (2020), pp. 81-106.

P. Moroni, C. Cammarata, G. Cunego, Un frammento di Antifonario del XII secolo: per una localizzazione, «Rivista Internazionale di Musica Sacra» 40 1/2 (2019), pp. 213-246.

P. Moroni, I Graduali olivetani O, P, Q del museo della cattedrale di Chiusi, «Rivista Internazionale di Musica Sacra» 40 1/2 (2019), pp. 247-333.