Marica MAGNANO SAN LIO

Dottorando - XXXIII Scienze dell'Interpretazione - Tutor: Santo Burgio


Formazione:

  • Laurea Triennale in Filosofia (Università degli Studi di Catania, luglio 2014, voto: 110/110 e lode);
  • Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche (Università degli Studi di Catania, novembre 2016, voto: 110/110 e lode);
  • Dottorato di ricerca (XXXIII ciclo), in Scienze dell'Interpretazione presso l'Università degli Studi di Catania, in co-tutela con la Martin-Luther Universitat di Halle-Wittenberg (ottobre 2017 - in corso).

Lingue straniere:

  • Inglese: buona conoscenza (B2);
  • Tedesco: buona conoscenza (B2/C1);
  • Francese e spagnolo: conoscenza di base.

Esperienze di studio e di lavoro all'estero:

  • Soggiorni in Inghilterra per lo studio della lingua inglese (2008 e 2010);
  • Soggiorno di studio e di ricerca, nell'ambito del progetto "Erasmus", a Monaco di Baviera (da ottobre 2013 a marzo 2014), presso la Ludwig-Maximilians Universitat Munchen (LMU) e la Bayerische Staatsbibliothek;
  • Tirocinio (da marzo a giugno 2015) nell'ambito del programma di mobilità internazionale "Erasmus Placement" presso la Bayerische Staatsbibliothek di Monaco di Baviera;
  • Vincitrice di una borsa di studio DAAD (Deutscher Akademischer Austauschdienst), presso il Goethe-Institut di Monaco di Baviera (ottobre - dicembre 2018);
  • Attività di ricerca e lavoro seminariale presso la Martin-Luther Universitat di Halle-Wittenberg (anche come Visiting student), la Biblioteca Albertina e la Deutsche National Bibliothek di Lipsia, la Bayerische Staatsbibliothek di Monaco di Baviera, la Karl Jaspers-Haus e l'Università di Oldenburg (nel corso del Dottorato)

 

Progetto di ricerca del dottorato

Psichiatria e filosofia. Le radici della Allgemeine Psychopathologie di Karl Jaspers.

La ricerca intende ricostruire la genesi della prima edizione (1913) dell’Allgemeine Psychopathologie di Karl Jaspers, al fine di sottolinearne il carattere originale ed innovativo e di contestualizzarla, dal punto di vista storico-antropologico e scientifico, nell’ambito della storia della psichiatria, ponendo in evidenza le interazioni che già dalla prima edizione (e in modo più esplicito dalla quarta del 1946) possono scorgersi tra la psichiatria e la filosofia. Tale interazione si coglie già nella formazione psicopatologica di Jaspers, guardando in modo particolare al suo tirocinio presso la clinica psichiatrica di Heidelberg e alla relazione con le sue principali ‘fonti’ psichiatriche, vale a dire Wilhelm Griesinger ed Emil Kraepelin. Jaspers, consapevole dell'irriducibilità dell'individuo a qualsiasi forma di oggettivazione, critica l'orientamento organicista della psichiatria del tempo: lo psichico è un vissuto e come tale possiede connotazioni qualitative mai del tutto riconducibili a semplici alterazioni fisiologiche. Da ciò l'esigenza di collocare la spiegazione scientifica dei processi psichici entro una più ampia comprensione del soggetto: Jaspers sostiene un pluralismo metodologico che unisce al metodo empirico (scientifico-psichiatrico) dell'Erklaren quello fenomenologico, (più filosofico) del Verstehen, così da rendere possibile per la soggettività una più adeguata comprensione e, nello stesso tempo, una non meno significativa dignità scientifica. Solo l'interazione tra scienze della natura e scienze dello spirito, tra psichiatria e filosofia, permette di cogliere la vita psichica nella sua complessità e peculiarità.


Altre attività durante il dottorato

Partecipazione a convegni e seminari come relatrice

  • Relazione sul Rapporto tra ermeneutica e filosofia (8 giugno 2018), in occasione delle giornate di studio Leggere, tradurre, Pensare. Giornata dei Dottorati italiani in Scienze del testo e dell’interpretazione, organizzata il 7 e l’8 giugno 2018 a Catania;
  • relazione su Politics and Weltanschauung: Jaspers’ thinking in the Politische Stimmungen (18 agosto 2018), durante il convegno internazionale di filosofia The 24th World Congress of Philosophy, Learning to be human, organizzato a Pechino dal 13 al 20 agosto 2018;
  • intervento programmato dal titolo La declinazione etico-politica del concetto di Weltanschauung in Karl Jaspers (10 maggio 2019), durante la giornata di studio A cent’anni dalla Psicologia delle visioni del mondo di Karl Jaspers, organizzata dal Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania;
  • presentazione del saggio Su alcune interpretazioni italiane del nesso tra esistenza e responsabilità nel pensiero di Karl Jaspers: Pareyson, Bobbio, Piovani (28 novembre 2019), presso l’Accademia di Scienze morali e politiche di Napoli.

Partecipazione a progetti di ricerca dell’Università di Catania:

  • EVOL: Ermeneutiche della vita tra ontologia, logica e storia (attivo dal 2018);
  • ANTROPO: Antropologia e potere. Modelli scientifici, filosofici e filologici dell’acculturazione tra Otto e Novecento (attivo da marzo 2019);
  • EUROAD: Europa tradita. Genealogie, visioni, conflitti e saperi (attivo da luglio 2020).

Affiliazioni

  • “Società Italiana Karl Jaspers” (Napoli)
  • “Karl Jaspers Gesellschaft” (Oldenburg).

Premi e/o riconoscimenti

  • DAAD (German Academic Exchange Service) scholarship (settembre 2021-febbraio 2022) presso la Karl Jaspers-Haus di Oldenburg.

Saggi e articoli:

  • Karl Jaspers: la malattia della modernità, in Complessità, 2017, XII/1, pp. 68-84;
  • Karl Jaspers e l’utilizzo della bomba atomica: la ragione filosofica come possibile via di salvezza per l’umanità, in Siculorum Gymnasium, 2017, LXX/ III, pp. 351-356;
  • Il terzo decennio dell’Archivio di Storia della Cultura, in Archivio di Storia della Cultura e Quaderni dell’Archivio. Indici (2008-2017), a cura di Marica Magnano San Lio, Acireale-Roma, Bonanno, 2018, pp. 7-23;
  • Karl Jaspers, Sulla verità, in Siculorum Gymnasium, 2018, LXXI/ IV, pp. 31-38;
  • Su alcune interpretazioni italiane del nesso tra esistenza e responsabilità nel pensiero di Karl Jaspers: Pareyson, Bobbio, Piovani, in Atti dell’Accademia di Scienze morali e politiche, 2019, CXXIX.
  • Ermeneutica e verità, in Vita pensata, 2020, X/22, pp. 46-51 (paragrafi 3-4);
  • Karl Jaspers e il presunto “dogma somatico” di Wilhelm Griesinger, in Studi Jaspersiani. Rivista annuale della “Società italiana Karl Jaspers”, vol. VIII: Influssi e interferenze: Karl Jaspers e i contemporanei, a cura di Giancarlo e Marica Magnano San Lio, Napoli/Salerno, Orthotes Editrice, 2020;
  • Acculturazione e malattia mentale: Foucault e il “grande internamento”, contributo in volume nell’ambito del progetto “Antropologia e potere. Modelli scientifici, filosofici e filologici dell’acculturazione tra Otto e Novecento” (in corso di stampa).

Curatele:

  • Archivio di Storia della Cultura e Quaderni dell’Archivio. Indici (2008-2017), a cura di Marica Magnano San Lio, Acireale-Roma, Bonanno, 2018;
  • Studi Jaspersiani. Rivista annuale della “Società italiana Karl Jaspers”, vol. VIII: Influssi e interferenze: Karl Jaspers e i contemporanei, a cura di Giancarlo e Marica Magnano San Lio, Napoli/Salerno, Orthotes Editrice, 2020.