Laura PERNICE

Assegnista di ricerca - Responsabile scientifico: Stefania RIMINI


Laura Pernice è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania nell’ambito del progetto A.R.I.E. – Audience, Remediation, Iconography, Environment in Contemporary Opera (diretto dalla prof.ssa Stefania Rimini), e cultrice di materia per i settori scientifico-disciplinari L-ART/05 e L-ART/06. Dottoressa di ricerca in Discipline dello Spettacolo all'Università di Catania (XXXIII ciclo), dal 2015 è inoltre membro della redazione di «Arabeschi. Rivista internazionale di studi su letteratura e visualità». Nel 2014 ha conseguito la laurea magistrale in Scienze dello Spettacolo e Comunicazione Multimediale presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania, e successivamente un master in Imprenditoria dello Spettacolo presso il Dipartimento delle Arti dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Si occupa di teatro contemporaneo secondo prospettive di ricerca interdisciplinari, che coniugano i performing studies, la regia teatrale e la visual culture. È autrice dei libri Motus. La vertigine multimediale (Villaggio Maori, 2016) e Giovanni Testori sulla scena contemporanea. Produzioni, regie, interviste (1993-2020) (Edizioni di Pagina, 2021); suoi articoli su registi e attori contemporanei (Davide Livermore, Emma Dante, Fanny & Alexander, Federico Tiezzi e Sandro Lombardi, Giorgio Barberio Corsetti, Mario Martone, Motus, Roberto Latini, Teatro delle Albe, etc.) sono stati pubblicati in volumi collettanei e in riviste nazionali e internazionali.      

Progetto di ricerca del dottorato

La fortuna scenica di Giovanni Testori: patrimonio culturale immateriale da valorizzare e diffondere

Il progetto intende ricostruire e studiare la fortuna scenica dell’opera di Giovanni Testori nel teatro italiano contemporaneo. Nella spiccata complessità della figura di Testori emerge come aspetto dominante quello di uomo di teatro, giacché la dimensione dello spettacolo dal vivo fu la principale ossessione dello ‘scrivano’ lombardo, nonché la forma di arte totale in cui raggiunse i vertici espressivi più elevati. Non è un caso, infatti, che la sua riscoperta sia avvenuta principalmente entro il perimetro della scena, attraverso un’intensificazione eccezionale, per quantità e qualità, degli spettacoli testoriani nel teatro degli ultimi anni. La crescente fortuna scenica seguita alla sua scomparsa vanta un corpus di opere ricco e variegato, vale a dire un patrimonio teatrale di grande spessore, che la ricerca intende esplorare e divulgare, anche attraverso la creazione di un archivio multimediale che raccolga i documenti scritti, iconografici e audiovisivi delle principali produzioni testoriane degli ultimi venticinque anni. La presenza di importanti istituzioni teatrali in qualità di soggetti produttori, e di interpreti di rara maestria, qualifica le produzioni sceniche oggetto di studio della ricerca come dei beni culturali sì immateriali e transeunti, ma certamente di alto valore artistico e patrimoniale, capaci di riattivare l’eredità drammaturgica di Testori nell’ambito del nuovo teatro italiano.

Archivio degli Spettacoli Testoriani realizzato con il patrocinio dell'Università degli Studi di Catania: http://archivioteatrotestori.altervista.org/public/


Altre attività accademiche

2018 - in corso: cultrice della materia per i settori scientifico-disciplinari L-ART/05 e L-ART/06 presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Catania.

2015 - in corso: membro del comitato di redazione di «Arabeschi. Rivista internazionale di studi su letteratura e visualità». Dal 2019 co-curatrice dei contenuti della rivista sui canali Facebook e YouTube.

novembre 2020 - settembre 2021: membro del team di comunicazione del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania. Attività avviata con la gestione delle pagine Facebook e Instagram del Disum in occasione degli eventi in programma per la Notte europea dei ricercatori (27-28 novembre 2020), nell’ambito del progetto SHARPER (SHaring Researchers’ Passions for Evidences and Resilience).

ottobre 2020 - aprile 2021: membro della redazione del ciclo di Webinar Fuoriclasse, organizzato da Compalit (Associazione per gli Studi di Teoria e Storia comparata della Letteratura) e da Compalit Scuola.

11 - 23 febbraio 2019: Tirocinio Formativo della durata di 80 ore presso il Teatro Franco Parenti di Milano (tutor didattico professoressa Stefania Rimini, tutor aziendale Benedetta Frigerio), per la collaborazione alle prove di scena dello spettacolo I Promessi sposi alla prova. Studio delle pratiche di lavoro della regista Andrée Ruth Shammah sul testo drammatico, sulla scrittura scenica e sulla direzione del cast di attori.

 

Interventi a convegni e seminari

26 agosto 2021: Reinventare lo spazio performativo in tempo di pandemia: le operazioni-opere di Mario Martone, Convegno internazionale online “Forme della spazialità”, Universitetet i Bergen, Università degli Studi di Cagliari, Università del Salento.    

12 febbraio 2021: Catarsi e BenEssere: la drammatizzazione delle emozioni nell’Elena di Davide Livermore (intervento insieme a Giuseppe Sanfratello), CHAIN Conference, Cultural Heritage Academic Interdisciplinary Network: “Well-Being and Cultural Heritage / BenEssere e Patrimonio Culturale”, Università degli Studi di Catania, Dipartimento di Scienze Umanistiche.

29 novembre 2019: Le fortune scénique de Giovanni Testori: patrimoine culturel immatériel à valoriser et à divulguer. Seminario dottorale, Università Paul-Valéry – Montpellier 3, École Doctorale “Langues, Litteratures, Cultures, Civilisations”.

3 ottobre 2019: Un teatro che vede tutto. La regia intermediale di Motus in Panorama e Chroma Keys, Convegno Internazionale “Re-directing. La regia nello Spettacolo del XXI secolo”, Università del Salento, Dipartimento di Beni Culturali.

16 maggio 2019: La parola negli occhi. Il genio di Testori tra letteratura e arti figurative, seminario “Come tracciare arabeschi su un muro. Giornata di studi su letteratura, cinema, performance e arti visive”, Università degli Studi di Catania, Dipartimento di Scienze Umanistiche.

13 dicembre 2018: Scivolando tra verità e finzione. La retorica straniante dei Discorsi di Fanny & Alexander, Convegno Compalit 2018 “Finzioni. Verità, bugie, mondi possibili”, Università degli Studi di Catania, Dipartimento di Scienze Umanistiche.

16 novembre 2018: Movimenti sonori: dal rumore bianco al montaggio acustico nel progetto Rooms di Motus, Graduate Conference “Linguaggi, esperienze e tracce sonore sulla scena”, Università degli Studi dell’Aquila, Dipartimento di Scienze Umane.

13 ottobre 2018: L’amore molesto: dal libro di Elena Ferrante al film di Mario Martone, Forum Annuale delle Studiose di Cinema e Audiovisivi_FAScinA 2018, Università di Sassari, Dipartimento di Scienze Umanistiche e Sociali.

24 giugno 2018: Quei corpi senza più luce. L’isola delle tenebre di Teatro delle Albe, Congresso Internazionale AATI (American Association of Teachers of Italian), Università degli Studi di Cagliari, Dipartimento di Studi Umanistici.  

13 giugno 2018: Abitare il teatro come una stanza d’albergo. Nonluoghi e schermi sulla scena di Motus, X Convegno Interdisciplinare dei Dottorandi e dei Dottori di ricerca ‘ABITARE. Terre, Identità, Relazioni”, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Macroarea di Lettere e Filosofia.

 

Altri interventi accademici

14 marzo 2019: partecipazione in qualità di discussant al seminario didattico con Luca Doninelli Una gratitudine senza debiti. Giovanni Testori, un maestro, organizzato dal corso di Dottorato in Scienze per il Patrimonio e la Produzione Culturale, Dipartimento di Scienze Umanistiche, Università degli Studi di Catania.

11 maggio 2018: partecipazione in qualità di discussant al seminario didattico con Anna Barsotti (Università di Pisa) e Federica Mazzocchi (Università di Torino) «Sempre a ridosso della scena». Seminario di studi sulla regia teatrale, organizzato dal corso di Dottorato in Scienze per il Patrimonio e la Produzione Culturale, Dipartimento di Scienze Umanistiche, Università degli Studi di Catania.  

 

Attività didattica

marzo – maggio 2021: docente incaricato dei seminari didattici Culture plurali dal vivo: funzione, dinamiche organizzative e strategie di comunicazione dei festival, e Culture plurali in parole e immagini: le riviste online tra ricerca, attività redazionale e comunicazione, proposti dalle professoresse Maria Rizzarelli e Stefania Rimini per il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Catania, a.a. 2020/2021.

dicembre 2017 – maggio 2018: docente del progetto di alternanza scuola-lavoro “Piccoli critici crescono” presso Teatro Stabile di Catania.

 

Partecipazioni a progetti di ricerca 

ottobre – dicembre 2019: partecipazione al programma di ricerca internazionale PuppetPlays dedicato alle drammaturgie per il teatro di figura, diretto dal professore Didier Plassard e vincitore del bando “Advanced Grant” 2018 dell’European Research Council. Attività di ricerca svolta presso la cattedra del professore Didier Plassard, Università Paul-Valéry - Montpellier 3, Montpellier.

 

Organizzazioni di convegni

novembre 2019: segreteria organizzativa del 1º Seminario Internazionale del progetto PuppetPlays, Università Paul-Valéry - Montpellier 3, Montpellier, 7-8 novembre 2019.

dicembre 2018: segreteria organizzativa del Convegno Compalit 2018 (Associazione per gli Studi di Teoria e Storia comparata della Letteratura) “Finzioni. Verità, bugie, mondi possibili”, Università degli Studi di Catania, Dipartimento di Scienze Umanistiche, 13-15 dicembre 2018.

 

Socio membro, per accettazione, delle seguenti reti:

CUT (Consulta Universitaria del Teatro).

EASTAP (European Association for the Study of Theatre and Performance).

 

Riconoscimenti

17 dicembre 2018: finalista alla Terza Edizione del Premio Giovanni Testori (promosso da Associazione Testori, Piccolo Teatro di Milano, Casa Editrice Einaudi, Casa Editrice Feltrinelli, Teatro Franco Parenti, Fondazione Corriere della Sera e Pinacoteca di Brera), con il saggio inedito La parola negli occhi. Il genio di Testori tra letteratura e arti figurative. Partecipazione alla Tavola Rotonda e premiazione presso la Pinacoteca di Brera, con la relazione dal titolo Boccioni e Testori: La città che sale ne Il dio di Roserio.   

Monografie

L. Pernice, Giovanni Testori sulla scena contemporanea. Produzioni, regie, interviste (1993-2020), Bari, Edizioni di Pagina, 2021. ISBN: 978-88-7470-738-b


L. Pernice, Motus. La vertigine multimediale, Catania, Villaggio Maori, 2016. ISBN: 9788898119721


Contributi in riviste e volumi

L. Pernice, The scenic reinvention of a best seller: Storia di un’amicizia by Fanny & Alexander, in Atti III EASTAP Conference, a cura di G. Guccini, C. Longhi, D. Vianello, AMSActa - Institutional Research Repository (collana Arti della performance: orizzonti e culture), Alma Mater Studiorum Università di Bologna, 2021. [volume in corso di stampa]


L. Pernice, No borderline between arts. Intermedial practices in the Motus scene, in Performing/Transforming. Transgressions and Hybridizations across Texts, Media, Bodies, a cura di F. Puglisi, Torino, Otto, 2021. [volume in corso di stampa]


L. Pernice, Un teatro che vede tutto. La regia intermediale di Motus in Panorama e Chroma Keys, in Re-directing. La regia nello spettacolo del XXI secolo, a cura di L. Bandirali, D. Castaldo, F. Ceraolo, Lecce, UniSalento University Press, 2020, pp. 235-244. ISBN: 978-88-8305-165-4


L. Pernice, Abitare il teatro come una stanza d’albergo. Nonluoghi e schermi sulla scena di Motus, in Abitare. Terre Identità Relazioni, Atti del X Convegno Interdisciplinare dei Dottorandi e dei Dottori di ricerca, a cura di G. Giurlanda, O. Iermano, A. M. Pescosolido, V. VF. Raciti, G. Terrinoni, Roma, UniversItalia, 2020, pp. 89-105. ISBN: 978-88-3293-405-2


L. Pernice, Movimenti sonori: dal rumore bianco al montaggio acustico nel progetto Rooms di Motus, in Linguaggi, esperienze e tracce sonore sulla scena, a cura di A. Albanese, M. Arpaia, Ravenna, Longo Editore, 2020, pp. 145-154. ISBN: 978-88-9350-051-7


L. Pernice, Ortografie della nuova scena testoriana, «Sciami | Ricerche», n. 6, ottobre 2019, pp. 205-226.


L. Pernice, Quei corpi senza più luce. L’isola delle tenebre di Teatro delle Albe, «AATI Online Working Papers», a cura di A. Dini, D. Mizza, I. Serra, 2018, pp. 1-8.

 

Contributi in riviste di Fascia A

L. Pernice, Ri-formare il mito. Le regie di Davide Livermore e Carlus Padrissa al Teatro Greco di Siracusa, «Arabeschi», n. 18, luglio-dicembre 2021.


L. Pernice, Il restyling spettacolare di Francesca da Rimini nell’Inferno di Federico Tiezzi, «Arabeschi», n. 17, gennaio-giugno 2021.


L. Pernice, Dentro la scena di Fanny & Alexander: la trasposizione intermediale dell’Amica geniale, «Arabeschi», n. 15, gennaio-giugno 2020, pp. 32-47.


L. Pernice, Scivolando tra verità e finzione. La retorica straniata di Discorso grigio di Fanny & Alexander, «Between», vol. IX, n. 18, (November/Novembre 2019), pp. 1-25.


L. Pernice, In exitu dalla pagina di Testori al palco di Latini, «Arabeschi», n. 14, luglio-dicembre 2019, pp. 139-145.


L. Pernice, La parola negli occhi. Il genio di Testori tra letteratura e arti figurative, «Arabeschi», n. 13, gennaio-giugno 2019, pp. 107-123.


L. Pernice, Il teatro dentro il romanzo. Uomini e no di Carmelo Rifici, «Arabeschi», n. 13, gennaio-giugno 2019, pp. 381-385.


L. Pernice, Vittorini e il teatro. Uno sguardo su Conversazione in Sicilia di Gianni Salvo, «Arabeschi», n. 13, gennaio-giugno 2019, pp. 374-380.


L. Pernice, Venticinque anni di rinascita. Dal ricordo al presente di Giovanni Testori, «Arabeschi», n. 11, gennaio-giugno 2018, pp. 143-149.


Recensioni in riviste di Fascia A


L. Pernice, A. Amendola, V. Del Gaudio (a cura di), Teatro e immaginari digitali. Saggi di mediologia dello spettacolo multimediale, «Arabeschi», n. 12, luglio-dicembre 2018, pp. 180-184. 


L. Pernice, Renzo Martinelli, Erodiàs, «Arabeschi», n. 10, luglio-dicembre 2017, pp. 250-253.


L. Pernice, Motus, Raffiche, «Arabeschi», n. 9, gennaio-giugno 2017, pp. 155-157.


L. Pernice, Federico Tiezzi, Calderón, «Arabeschi», n. 8, luglio-dicembre 2016, pp. 219-222.


L. Pernice, Il profondo, non l’avventura. Intervista a Vanna Vinci, «Arabeschi», n. 7, gennaio-giugno 2016, pp. 69-73.


L. Pernice, Jennifer Malvezzi, Remedi-Action. Dieci anni di videoteatro italiano, «Arabeschi», n. 7, gennaio-giugno 2016, pp. 129-132.


L. Pernice, Frida Kahlo. Fotografie di Leo Matiz, «Arabeschi», n. 7, gennaio-giugno 2016.


L. Pernice, Vincenzo Pirrotta, Guasta Semenza, «Arabeschi», n. 6, luglio-dicembre 2015, pp. 118-120.


L. Pernice, Progetto Kthack, «Arabeschi», n. 6, luglio-dicembre 2015.