Presentazione del corso

Il corso di laurea in Lingue e Culture Europee Euroamericane e Orientali, LCEEO, forma laureati con un livello di competenza avanzato (C1) in almeno due lingue straniere europee, nelle rispettive letterature e offre la possibilità di raggiungere una buona competenza di base in una terza lingua. Il percorso formativo offre la possibilità di personalizzare il proprio piano di studi scegliendo, oltre a una lingua europea, un'altra tra le seguenti: arabo, giapponese o russo. Gli studenti che avranno scelto la lingua inglese e/o quella spagnola, potranno altresì affiancarvi la letteratura anglo-americana o ispano-americana. Il percorso formativo si completa con lo studio della letteratura italiana, delle materie storico-geografiche, delle discipline filologico-letterarie, antropologiche e linguistiche. Adeguato spazio è dedicato all'insegnamento delle letterature moderne, da quella italiana, moderna e contemporanea a quelle straniere, privilegiando la prospettiva comparatistica e fornendo fin dal primo anno gli opportuni elementi di teoria della letteratura. Il corso di laurea si caratterizza per un'impostazione attenta alle dinamiche temporali e spaziali, storiche e geografiche, nonché ai grandi processi linguistico-culturali della modernità e della contemporaneità. La formazione degli studenti avviene attraverso: lezioni frontali, esercitazioni con collaboratori ed esperti linguistici madrelingua, seminari, laboratori, tirocini formativi o stage presso aziende, istituzioni e università italiane o estere, programmi di mobilità studenti (Erasmus plus) e, soprattutto nel corso del primo anno, prevede il sostegno e la guida allo studio tramite un attento e personalizzato servizio di tutoraggio. Al termine del percorso formativo, il laureato sarà in grado di esprimersi e argomentare in forma sia scritta sia orale, nelle lingue di studio, in modo chiaro e articolato in diversi contesti e avrà acquisito le metodologie necessarie per operare sui testi letterari, sia in prospettiva storico-artistica, sia in prospettiva comparatistica e avrà acquisito adeguate abilità di tipo logico, capacità argomentativa, di periodizzazione e contestualizzazione. Il laureato saprà curare la comunicazione con enti stranieri, tradurre e redigere testi informativi e svolgere attività redazionali per enti e istituti impegnati nella valorizzazione dei beni e delle attività culturali, del territorio e del turismo. Le competenze acquisite nell'ambito della riflessione metalinguistica e filologica gli permetteranno di fornire consulenze linguistiche, di collaborare alla redazione e agli aggiornamenti di glossari e alla traduzione di testi letterari e dialoghi di opere cinematografiche e audiovisive in lingua straniera, adattandone i testi alla lingua italiana. Il laureato sarà altresì in grado di operare in contesti di scambio di informazioni (convention, congressi, fiere, ecc.) tra utenti e operatori di vari paesi europei ed extraeuropei, favorendo una comunicazione efficace e ben orientata nei linguaggi specialistici. Il CdS LCEEO prevede anche, quale sua naturale prosecuzione, l'iscrizione a una Laurea magistrale di classe LM37 che permetta di accedere all'iter di abilitazione all'insegnamento di una lingua straniera.