Letteratura ispano-americana comparata / Litertura hispanoamericana comparada

Anno accademico 2022/2023 - Docente: SABRINA COSTANZO

Risultati di apprendimento attesi

Secondo i descrittori di Dublino gli studenti dovranno, alla fine del corso, acquisire:

1) conoscenze e capacità di comprensione tali da rafforzare quelle raggiunte nel primo ciclo; capacità di elaborare e/o applicare idee originali, in un contesto di ricerca.

2) capacità di applicare le conoscenze e capacità di comprensione e abilità nel risolvere problemi a tematiche nuove o non familiari, inserite in contesti più ampi (o interdisciplinari) connessi al proprio settore di studio;

3) capacità di integrare le conoscenze e di formulare giudizi sulla base di informazioni non necessariamente complete;

4) capacità di comunicare in modo chiaro e privo di ambiguità le proprie conoscenze a interlocutori specialisti e non specialisti.

5) capacità di prosecuzione della ricerca in modo autonomo.

Obiettivi specifici:

Conoscenza di autori significativi della letteratura ispanoamericana contemporanea; sviluppo delle capacità critiche e interpretative dei testi letterari studiati, con l’ausilio dell’analisi tematica e narratologica.

Modalità di svolgimento dell'insegnamento

Lezioni frontali e seminari.

Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte le necessarie variazioni rispetto a quanto dichiarato in precedenza, al fine di rispettare il programma previsto e riportato nel syllabus.

Prerequisiti richiesti

Conoscenza basilare della lingua spagnola

Frequenza lezioni

Facoltativa

Contenuti del corso

Il corso, attraverso una selezione di opere letterarie e saggi critici, prevede l’approfondimento di autori significativi della letteratura ispano-americana del XX secolo e delle modalità letterarie da essi utilizzate. In particolare, si analizzeranno le opere di Laura Esquivel e di Wendy Guerra.

Testi di riferimento

a)Classici:

Lo studente è tenuto a leggere 5 (cinque) testi, di autore diverso, tra quelli di seguito indicati, in qualsiasi edizione (anche digitale):

 

-       Reinaldo Arenas, Prima che sia notte, Milano, Guanda.

-       Miguel Ángel Asturias, Il signor Presidente, Milano, Feltrinelli.

-       Mariano Azuela, Quelli di sotto, Roma, Edizioni Sur.

-       Roberto Bolaño, Stella distante, Milano, Adelphi.

-       Jorge Luis Borges, Finzioni, Milano, Adelphi (oppure Milano, Mondadori).

-       Alejo Carpentier, L’arpa e l’ombra, Palermo, Sellerio.

-       Julio Cortázar, Bestiario, Torino, Einaudi.

-       José Donoso, L’osceno uccello della notte, Milano, Bompiani.

-       Carlos Fuentes, Il gringo vecchio, Milano, Il Saggiatore.

-       Gabriel García Márquez, Cent’anni di solitudine, Milano, Mondadori.

-       Eduardo González Viaña, Santa Barbara naviga verso Miami, Salem-Lima-New York, Axiara, 2016.

-       Dante Liano, Il mistero di San Andrés, Milano, Sperling & Kupfer.

-       Leonardo Padura Fuentes, La nebbia del passato, Milano, Marco Tropea Editore.

-       Manuel Puig, Il bacio della donna ragno, Roma, Edizioni Sur.

-       Horacio Quiroga, Racconti d’amore di follia e di morte, Messina, Lippolis.

-       Juan Rulfo, La pianura in fiamme, Torino, Einaudi.

-       Ernesto Sábato, Il tunnel, Torino, Einaudi (oppure Milano, Feltrinelli).

-       Luis Sepúlveda, Il vecchio che leggeva romanzi d’amore, Milano, Guanda.

-       Zoé Valdés, Café nostalgia, Milano, Frassinelli.

-       Mario Vargas Llosa, La città e i cani, Torino, Einaudi.

 

b) Approfondimenti:

La costruzione dell’identità femminile in due scrittrici ispano-americane:

-       Laura Esquivel, A Lupita piaceva stirare, Milano, Garzanti, 2015.

-       Wendy Guerra, Tutti se ne vanno, Firenze, Le Lettere, 2007.

 

Testi critici:

-       Domenico Antonio Cusato, A Lupita le gustaba investigar...,
entre otras cosas
, in AA. VV., La investigación y sus manifestaciones artísticas, Madrid, Visor, 2022, pp. 107-127.

-         Sabrina Costanzo, Lo spazio distopico dell’isola e la (de)costruzione dell’identità femminile. “Todos se van” di Wendy Guerra, in AA. VV., Testo, metodo, elaborazione elettronica XII. Isolitudine, confine, identità, a cura di S. Costanzo, D. A. Cusato, G. Persico, Messina, Lippolis, 2020, pp. 59-70.

 

 

Si ricorda che, ai sensi dell’art. 171 della legge 22 aprile 1941, n. 633 e successive disposizioni, fotocopiare libri in commercio, in misura superiore al 15% del volume o del fascicolo di rivista, è reato penale.

Per ulteriori informazioni sui vincoli e sulle sanzioni all’uso illecito di fotocopie, è possibile consultare le Linee guida sulla gestione dei diritti d’autore nelle università (a cura della Associazione Italiana per i Diritti di Riproduzione delle opere dell’ingegno - AIDRO).

I testi di riferimento possono essere consultati in Biblioteca.



AutoreTitoloEditoreAnnoISBN

Programmazione del corso

 ArgomentiRiferimenti testi
1Introduzione alla storia della letteratura ispano-americana
2L'identità femminile in Messico  Laura Esquivel, A Lupita piaceva stirare, Milano, Garzanti, 2015.
3L'identità femminile a CubaWendy Guerra, Tutti se ne vanno, Firenze, Le Lettere, 2007.

VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

Modalità di verifica dell'apprendimento

Prova orale

 

 

Per la valutazione dell’esame si terrà conto della padronanza dei contenuti e delle competenze acquisite, dell’accuratezza linguistica e della proprietà lessicale, nonché della capacità argomentativa dimostrata dal candidato.

Esempi di domande e/o esercizi frequenti

Colloquio sul programma
ENGLISH VERSION