Modalità di ammissione (SUA-CdS Quadro A3.b)

La programmazione locale degli accessi alle Lauree Magistrali a numero non programmato adottata dall'Ateneo di Catania richiede la verifica delle conoscenze richieste per l'accesso al CdS Magistrale ed è disciplinata da un avviso. Potranno partecipare i laureati in possesso di laurea quadriennale (in Lingue e letterature straniere moderne, o in Lingue e letterature straniere, o in Lingue e culture europee, o in Studi Comparatistici), o di laurea triennale (in Lingue e culture europee euroamericane e orientali, o in Scienze e Lingue per la Comunicazione), ma ma verrà accettato anche altro titolo di studio conseguito, anche conseguito all'estero, in base alla normativa vigente, purché congruente con gli obiettivi del CdS. I laureati dovranno essere in possesso di alcuni requisiti minimi curriculari (si veda quadro A3.a) individuati in modo da garantire competenze di accesso indispensabili. La Commissione esaminatrice, nominata con decreto rettorale su proposta della Direttore del Dipartimento, procederà alla verifica della personale preparazione del candidato attraverso l'esame della carriera. Là dove ne riconoscerà la necessità e in particolare in caso di presumibile obsolescenza delle competenze e/o di percorsi non lineari, convocherà i candidati a un colloquio di accertamento. Il colloquio verterà su un unico argomento scelto dal candidato in modo trasversale nell'ambito di almeno due dei SSD indicati come requisiti minimi e si svolgerà in una delle due lingue straniere per le quali il candidato possiede i requisiti curriculari.
La Commissione per le procedure in ingresso e l'orientamento in ingresso è coordinata dalla prof.ssa Laura Bottini e comprende il prof. Domenico Antonio Cusato e la prof.ssa Maria Grazia Nicolosi.