STORACE

Dai Dati al Web. La gestione del patrimonio archeologico e storico artistico dalla acquisizione alla comunicazione (STORACE) 

Breve descrizione:
Il progetto intende affrontare il problema della raccolta, archiviazione e comunicazione digitale dei dati in ambito archeologico e storico artistico, attraverso 9 casi studio provenienti sia da indagini sul campo in Sicilia e all’estero (Pachino, Calaforno, Agrigento, (Tirana (Albania); Ganja (Azerbaijan), sia da collezioni (Collezione Zappalà (Museo di Castello Ursino), Museo di Archeologia, Archivio di Archeologia, Museo stratigrafico di Festòs (Creta). Obiettivi sono 1) l’avanzamento metodologico nella raccolta, ricostruzione, gestione e condivisione di oggetti digitali, secondo standard adeguati alla normativa nazionale, garantendo interoperabilità tra i diversi sistemi; 2) lo sviluppo di soluzioni algoritmiche per la OCR e la MTR; 3) la creazione di una ontologia per il patrimonio culturale; 4) L’associazione a tali ontologie dei reasoner automatici basati sulla teoria degli insiemi; 4) La fruizione pubblica e sicura dei dati su piattaforma web. 

Obiettivi:

  1. Il progetto ha come obiettivi la creazione di un protocollo standard per l’integrazione delle tecniche di rilievo diretto e fotogrammetrico applicate su monumenti archeologici situati in contesti eterogenei (urbani, litoranei, rurali) e di acquisizione digitale diretta dei dati;
  2. la creazione di un Sistema Informativo Territoriale con interfaccia web (webgis) nel quale implementare i risultati della ricerca, strumento per la comunicazione e la disseminazione dei risultati;
  3. la costruzione di modelli 3d di contesti territoriali e monumentali complessi e di diversa estensione.
  4. Il progetto mira alla realizzazione di un database (DB) per la gestione dei dati, e la loro implementazione per assicurare il dialogo con altri sistemi già in essere, salvando i dati già acquisiti dall’oblio a causa della difficoltà di accesso e interpretazione, ovvero della obsolescenza dei sistemi operativi con cui sono stati creati (legacy data). Realizzazione e/o implementazione di tecniche (anche innovative) di cifratura dei dati e di protocolli per la secure multi-party computation al fine di proteggere la privacy dei dati mantenuti all'interno dei sistemi interoperativi.
  5. Il progetto si propone di realizzare l’estensione dell’ontologia OntoCeramic 2.0, già sviluppata dagli informatici del gruppo, al fine di supportare la gestione di ulteriori informazioni; di predisporre modelli ontologici per il trattamento di altri tipi di reperti archeologici;
  6. di elaborare soluzioni algoritmiche di text processing per la risoluzione del problema della MTR (integrazione testi mancanti) e per il miglioramento delle tecniche OCR (lettura automatica dei testi); elaborare efficienti strumenti di ragionamento, in grado di classificare e interrogare ontologie dalla struttura complessa.
  7. Infine, come ultimo obiettivo il progetto intende realizzare un’archiviazione digitale dei dati e sviluppo di metodologie per la fruizione adeguata in rete sia da parte degli studiosi che del grande pubblico.