Marco Prete si è laureato all’Università degli Studi di Torino con una tesi intitolata Cnosso e il panorama politico cretese nel periodo neopalaziale, ricevendo una valutazione finale di 110 e lode con dignità di stampa e un’onorificenza da parte della Commissione del Senato Accademico per la miglior tesi dell’anno nell’ambito di riferimento.  Dopo un periodo di studio e pratica presso il Knossos Research Centre della British School at Athens, rivolto nello specifico all’analisi e alla gestione dell’oggetto ceramico, dal 2019 è membro del Galatàs Pediada Project. All’interno di quest’ultimo, ricopre dal giugno 2020 il ruolo di Responsabile per lo studio dei materiali e la pubblicazione finale di alcuni settori del sito archeologico minoico di Galatàs Pediados sotto la direzione del Dott. Giorgos Rethemiotakis (Ministero Ellenico per la Cultura e lo Sport) e del Dott. Kostis Christakis (British School at Athens). I suoi interessi principali riguardano le dinamiche socio-politiche ed economiche della civiltà minoica durante i periodi proto e neopalaziale, con una speciale attenzione rivolta alla regione Pediada.

Progetto di ricerca del dottorato

Dinamiche sociali, politiche ed economiche nella regione Pediada della Creta minoica: una ridiscussione dei dati a partire dal caso studio dell’Edificio 3/5 di Galatàs Pediados.

Nell’ottica di dare un contributo non solo alla ricerca scientifica ma anche all’opera di sensibilizzazione e valorizzazione del patrimonio culturale portata avanti nella regione Pediada, sull’isola di Creta, questo progetto ha l’obiettivo di studiare alcuni dei recenti e tutt’ora inediti materiali archeologici minoici rinvenuti sulla collina di Galatàs Pediados, nella Creta centro-settentrionale a pochi chilometri dalla moderna cittadina di Thrapsano. Nello specifico, si intende procedere allo studio sistematico dell’Edificio 3/5 (Building 3/5) e di tutti i materiali archeologici rinvenuti al suo interno: il complesso preso in esame è, oltre al palazzo stesso, il più importante finora scavato nell’area di Galatàs e restituisce l’evidenza di numerose fasi d’occupazioni, venendo eretto all’inizio del Medio Minoico IB (1900 a.C. circa) e rimanendo in uso fino alla fine del Tardo Minoico IB (1450 a.C. circa), seppure con un’interruzione intermedia di circa 100 anni e con diverse modificazioni strutturali. Questa ricerca, oltre a contribuire al dibattito scientifico indagando aspetti della civiltà minoica che il sito di Galatàs consente di sviluppare, intende anche produrre un contributo utile per la comunità locale della Pediada con l’obiettivo di valorizzare, proteggere e aumentare la consapevolezza del patrimonio culturale locale.


Altre attività durante il dottorato

2019 - In corso Membro del Galatàs Pediada Project, sotto la direzione del Dott. Giorgos Rethemiotakis (Ministero Ellenico per la Cultura e lo Sport) e del Dott. Kostis Christakis (British School at Athens). Dal 2020, responsabile per lo studio e la pubblicazione finale di alcuni settori dell'abitato del sito minoico di Galtàs Pediados.

2020:  Specialist Editor presso il “Rosetta Journal” (University of Birmingham). http://www.rosetta.bham.ac.uk/committee.html

2021: Supervisore (ottobre-novembre 2021) per conto dell'Università di Catania alle operazioni di escavazione e riempimento di alcuni vani del sito archeologico di Haghia Triada (Creta) all'interno del progetto per la gestione del drenaggio delle acque, oltreché alla realizzazione di saggi preventivi per l'estensione della tettoia a copertura di alcuni ambienti della Villa minoica.

2022: Organizzatore e Membro dell'Executive Board di CHAIN - CULTURAL HERITAGE ACADEMIC INTERDISCIPLINARY NETWORK per l'anno 2022 (Home (chain-conference.com)).

2022: Partecipazione alla Missione di Scavo 2022  (Unict, Unive, CNR-ISPC) presso il sito archeologico di Festòs, Creta (NSA(IA). Notizie degli Scavi della Scuola Archeologica Italiana di Atene (2022) 1 (scuoladiatene.it).  Responsabile della documentazione topografica per il Saggio 3 (direzione scientifica Prof.ssa S.V. Todaro).  

2022: Partecipazione Workshop Household Archaeology in the Mediterranean (Unict e Universidad de Alicante) tenutosi a Catania, Palazzo Ingrassia, il 12/12/2022 (Locandina a: Incontro di studio: Archeologia dell’abitare | Dottorato in Scienze per il Patrimonio e la Produzione Culturale (unict.it))

2023: Partecipazione alla Missione di Scavo 2022  (Unict, Unive, CNR-ISPC) presso il sito archeologico di Festòs, Creta.  Responsabile della documentazione topografica per il Saggio 3 (direzione scientifica Prof.ssa S.V. Todaro).  

M. Prete, Crisis, Cultural Heritage, and Archaeology: Narratives about the Past as Resources to Overcome Critical Times. Some “Minoan” Examples, in Atti del Convegno Chain (Catania, 18-20 maggio 2022), in corso di pubblicazione.