Presentazione del corso

Il corso di laurea in Scienze del testo per le professioni digitali forma laureati esperti nell'intermediazione tra il mondo delle conoscenze tradizionali (testi in formato verbale/linguistico, conoscenze implicite) e il mondo digitale, nelle due direzioni: per un verso, saper gestire le principali problematiche relative alla trasformazione delle conoscenze tradizionali in formato digitale; per un altro verso, saper tradurre dati dal formato digitale in forme che ne consentano la comprensione qualitativa e la veicolazione in contesti di comunicazione naturale.
Questa figura di esperto deve anche essere dotata di una forte consapevolezza teorico/epistemologica che le consenta di riflettere sulle problematiche più astratte (innanzitutto quelle epistemologiche, sociologiche, giuridiche) sollevate dalla nuova configurazione del rapporto uomo-macchina, nonché dall'impatto sociale connesso alla moltiplicazione delle informazioni e alla loro "intrusione" nella sfera del singolo cittadino e utente.
Il corso è organizzato intorno a tre principali aree di apprendimento: a) competenze informatiche (introduzione al pensiero computazionale, data base e data mining, ontologie e logiche del web, intelligenza artificiale) per cui ci si appoggia alle competenze e alle conoscenze di altri Dipartimenti interni ad Unict più specificatamente dedicati a questo tipo di conoscenza; b) teoria linguistica e trattamento e analisi dei dati testuali (teorie linguistiche per la linguistica computazionale, linguistica dei corpora, banche dati e trattamento digitale dei testi, scrittura per il web, pragmatica e comunicazione, principi e applicazioni di lessicografia, metodi quantitativi per l'analisi dei dati testuali); c) competenze storico giuridiche (diritto della proprietà intellettuale e delle tecnologie digitali, storia ed epistemologia delle macchine, biblioteche digitali). Per l'ambito storico, invece, il Disum ha già al suo interno competenze adatte e pertinenti che saranno, quindi, impiegate e modulate per soddisfare i bisogni conoscitivi di questo nuovo CdS, mentre per quello giuridico farà riferimento ad altri Dipartimenti.
Il laureato in Scienze del testo per le professioni digitali possiede conoscenze trasversali, con un importante nucleo di conoscenze informatiche e una solida base di conoscenze umanistiche. E' in grado, nello specifico di orientarsi bene tra le conoscenze linguistico-testuali, filologiche e letterarie, soprattutto relativamente agli aspetti legati al loro trattamento digitale (archivi, basi di dati); conoscenze informatiche, relative alle basi logiche della programmazione, della costruzione di ontologie, di basi di dati, all'intelligenza artificiale, alle interfacce web; conoscenze epistemologico-sociologiche, con particolare riferimento alle capacità di ragionamento informale, al marketing digitale, al diritto digitale, ai problemi etici delle macchine, degli algoritmi, degli open data e big data.
Il corso è volto alla formazione di specialisti nel trattamento e analisi di dati testuali con capacità adeguate di analisi dell'impatto dell'intelligenza artificiale. Grazie all'interazione con aziende, già fortemente interessate al tipo di competenze e conoscenze proposte dal Corso Di Laurea, gli studenti, tramite tirocini e stage specifici, avranno modo di acquisire conoscenze e competenze specifiche confrontandosi con il modo del lavoro pronto ad accoglierli. Il lavoro finale di tesi sarà altresì fortemente legato alle attività di tirocini.