Tirocini di formazione e orientamento (stages)

  Linee guida per tirocini di formazione e orientamento (stages) 

 

Esperienza formativa dello studente che costituisce parte integrante del curriculum di studi di tutti i corsi di laurea. Esso consiste in un periodo di formazione svolto direttamente in azienda, ente o istituzione a completamento o integrazione del percorso universitario.

Il tirocinio formativo curriculare può essere svolto - in Italia e all'estero - in aziende, enti pubblici o privati, organismi internazionali, rappresentanze diplomatiche, istituzioni culturali e altre organizzazioni.
Al tirocinio formativo è riconosciuto altresì valore di credito formativo. Si assegna 1 CFU (Credito Formativo Universitario) ogni 25 ore documentate di tirocinio. Gli studenti devono acquisire il numero di CFU di tirocinio previsto dal proprio piano di studi.
 
Con il tirocinio lo studente può avere l'occasione di mettere in pratica le conoscenze apprese durante il percorso formativo universitario, acquisendo allo stesso tempo professionalità e competenze grazie all’apprendimento delle metodologie, tecnologie e organizzazione del lavoro utilizzate presso l’azienda presso la quale svolge il proprio tirocinio.
Per l’azienda, ente o istituzione “tirocinio” significa apporto di risorse nuove, aggiornamento scientifico, creatività, relazioni con potenziali futuri collaboratori.
  • Normativa di riferimento
Regione Sicilia – Legge 15 maggio 2013 n. 9 – art. 68 – modifica dell’art. 51 della legge 26 marzo 2002 n. 2 in materia di tirocini formativi (limiti numerici).
D.D.G. 3478 del 25/07/13 Regione Siciliana – approvazione del repertorio dei Profili professionali;
“Linee guida in materia di tirocini" adottate da Governo, Regioni e Province autonome con l'accordo del 24 gennaio 2013.
Direttiva della Regione Siciliana – 001 prot. 43991/USI/2013 del 25/07/2013 con oggetto: tirocini formativi Direttiva applicativa linee guida del 24/01/2013
Legge 92 del 2012 "Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita" (legge Fornero).
 
Referente amministrativo del Dipartimento per Tirocini e Stages: Dott.ssa Lucia Ferlito -  riceve presso l'UFFICIO TIROCINI (stanza 235- II Piano - Ex Monastero dei Benedettini) nei giorni: Lunedì, Martedì e Mercoledì dalle 9.00 alle 12.00 - tel. 0957102573 e-mail: lferlito@unict.it
 
 
MODULISTICA
 
 
PROCEDURA
 
A) Lo studente interessato a colmare le voci "Tirocini" o "Stages e tirocini" del proprio piano di studi deve inviare, insieme alla copia di un documento d'identità e stato della carriera, la Scheda di richiesta stage da parte dello studente indicando fino a tre preferenze, comunque attinenti al Corso di Laurea al quale risulta iscritto.
 
Tale richiesta di attivazione può essere inviata con le seguenti modalità:
  • E-mail (all’indirizzo lferlito@unict.it )
  • Posta ordinaria (all'indirizzo: DISUM - Ufficio Tirocini - stanza 235 - ex Monastero dei Benedettini - piazza Dante n. 32 Catania)
Scadenze per la presentazione della Scheda:
da giorno 1 al 25 gennaio (per i tirocini che si svolgeranno nel periodo febbraio/maggio)
da giorno 1 al 25 maggio (per i tirocini che si svolgeranno nel periodo giugno/settembre)
da giorno 1 al 25 settembre (per i tirocini che si svolgeranno nel periodo ottobre/gennaio)
 
N.B. PER I LAUREANDI, PER I RIPETENTI E FUORI CORSO, POSSONO ESSERE ATTIVATI TIROCINI NEL CORSO DI TUTTO L'ANNO ACCADEMICO
 
Lo studente, può scegliere di candidarsi per le OFFERTE DI TIROCINIO pubblicate nella sezione "Opportunità - stage e tirocini" del singolo Corso di laurea.
Lo studente può altresì scegliere, tra gli enti e le aziende convenzionati con l'Ateneo di Catania, prendendone visione dall'ELENCO CONVENZIONI ATTIVE, consultabile dal sito del COF  http://www.cof.unict.it/content/aziendeenti-convenzionati  Ufficio Stage di Ateneo.
In tal caso,  il Dipartimento si riserva di accettare o meno la richiesta e il Progetto formativo e d'orientamento, in base all'attinenza degli stessi al Corso di Laurea al quale lo studente è iscritto.
 
L’Università promuove altresì la stipula di nuove convenzioni, anche proposte dagli stessi studenti (i quali potranno compilare l’apposito spazio della “richiesta di attivazione “spazio per la segnalazione di nuovi contatti”).

Anche in questo caso l’Università si riserva di accettare o meno la proposta, sempre tenendo conto della specificità e l’attinenza della proposta ai corsi di laurea (triennale o magistrale) al quale lo studente è iscritto.

 
B) PRESENTAZIONE DEL PFO A questo punto lo studente potrà consegnare il Progetto formativo e di orientamento  (tale consegna non è soggetta a scadenza, purchè avvenga almeno 15 giorni prima dell'inizio del tirocinio stesso). Il PFO dev'essere controfirmato dallo studente tirocinante, dal tutor didattico e dal tutor aziendale. 
Nel Progetto formativo e d'orientamento sono specificate dettagliatamente le attività da svolgere, secondo quanto concordato tra tutor aziendale e tutor didattico.
In alternativa alla consegna cartacea del documento viene accettato l'invio del PFO in formato digitale direttamente da parte dell'azienda/ente.

Il ruolo del TUTOR DIDATTICO, (che viene scelto dallo studente tra i docenti del proprio corso di laurea, tenuto conto sia delle indicazioni dell’Ufficio tirocini, sia, soprattutto, della disponibilità da parte dello stesso docente), è un ruolo importante e fondamentale, che viene espletato in tre fasi:

  1. Verifica che il percorso formativo indicato nel PFO dal tutor aziendale, con l’eventuale supporto dell’Ufficio stage, sia pertinente agli obiettivi formativi del corso di laurea.
  2. Monitoraggio periodico, tramite un incontro periodico con il tirocinante ed eventuali contatti con il tutor aziendale (durante lo svolgimento del tirocinio) dei risultati intermedi raggiunti dal tirocinante durante lo svolgimento del tirocinio.
  3. Approvazione, a fine tirocinio (dopo l’approvazione da parte del tutor aziendale) della relazione finale, redatta a cura dello studente. La relazione dovrà contenere la descrizione, da parte dello studente, dell’esperienza di tirocinio appena conclusa, con la descrizione delle competenze acquisite e del valore aggiunto che l’esperienza potrà avere nella propria formazione.
L'Università e la Commissione tirocini si riservano la possibilità di verificare, in ogni caso, la fattibilità del tirocinio e l’attinenza dello stesso, rispetto agli obiettivi formativi del Corso di laurea al quale lo studente è iscritto,
Non potranno essere convalidati tirocini svolti senza l'approvazione preventiva dell'Università e comunque non attinenti agli obiettivi formativi del Corso di Laurea.

C) SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO

- il Diario di tirocinio, firmato dallo studente e dal soggetto ospitante, riporterà analiticamente i giorni e le fasce orarie durante i quali si è svolto il tirocinio. Il percorso formativo prevede verifiche ed incontri almeno mensili da concordare con il tutor didattico (l’esito dell’incontro mensile viene registrato nel diario di tirocinio).

In presenza di gravi motivi personali o per altre motivate ed esplicite ragioni, l'attività di TFO può essere interrotta in qualsiasi momento su richiesta (soggetta al vaglio della Commissione tirocini) dell'Università o del Soggetto ospitante o dello studente, tramite una comunicazione scritta alla controparte.

Tanto il soggetto ospitante, quanto lo studente, non possono addurre, come motivazione di interruzione volontaria del TFO la volontà di intraprendere un successivo rapporto di TFO.

 

D) REGISTRAZIONE FINALE DEL TIROCINIO
 
IL TIROCINIO/STAGE IN OGNI CASO, DEV'ESSERE EFFETTUATO PRESSO ENTI/AZIENDE REGOLARMENTE CONVENZIONATI CON L'ATENEO DI CATANIA.

Alla fine del periodo di tirocinio gli studenti dovranno consegnare la "documentazione finale" presso l'ufficio tirocini (stanza 235 - II piano) e dovranno effettuare dal portale studenti la prenotazione on line.

In assenza della prenotazione e della consegna della documentazione finale presso l'Ufficio Tirocini, la Commissione tirocini non procederà alla verbalizzazione telematica. 

All'atto della registrazione non è necessaria la presenza degli studenti (che devono comunque aver precedentemente presentato presso l'ufficio tirocini la documentazione finale) .

Per coloro che sono in possesso del libretto, in accordo con la segreteria studenti, non è necessaria la trascrizione cartacea.  

 
E) DOCUMENTAZIONE FINALE DEL TIROCINIO
Alla fine del tirocinio, allo scopo di ottenere l'approvazione da parte della Commissione tirocini, lo studente dovrà presentare all’ufficio tirocini (stanza 235 - II piano) la seguente "documentazione finale":
 
 - originale del Progetto Formativo e di Orientamento inviato tramite e-mail, o consegnato personalmente, prima dell'inizio del tirocinio; 
- dichiarazione delle competenze (timbrata e firmata dal soggetto ospitante in triplice originale);
Relazione finale di tirocinio controfirmata dal tutor didattico e aziendale;
- questionario finale tirocini (da compilare a cura dell’azienda/ente);
- una copia aggiornata dello “stato della carriera”;
- copia di un documento di riconoscimento;
 
L’ufficio tirocini sottoporrà alla Commissione tirocini la documentazione prodotta dallo studente presso l'Ufficio tirocini (stanza 235).
La registrazione del tirocinio verrà effettuata periodicamente in occasione di appelli appositamente fissati e di cui si può prendere visione sul link: