Organizzazione della Ricerca dipartimentale

Il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania si è dotato di una specifica struttura organizzativa inerente alle problematiche della ricerca, in stretto rapporto con il governo del Dipartimento stesso. Il DISUM si articola in cinque sezioni, corrispondenti alle aree di didattica e di ricerca prevalenti (area antichistica e artistica, area filologico-letteraria e linguistica; area filosofica, area storico-geografica; area comparatistica di lingue e letterature europee ed extraeuropee), e in una Struttura Didattica Speciale di Lingue e Letterature Straniere (SDS) con sede a Ragusa. Ogni sezione elegge un responsabile, che coordina le attività della sezione secondo le indicazioni della Giunta (di cui i responsabili di sezione fanno parte su invito del Direttore senza diritto di voto) e del Consiglio di Dipartimento. Ogni sezione elegge due delegati per la ricerca (quattro la SDS), che concorrono alla formazione della Commissione Ricerca del DISUM, presieduta da un docente delegato dal Direttore. La Commissione Ricerca sovrintende ai processi e alle questioni riguardanti la ricerca dipartimentale e a tale scopo si articola in gruppi (che coinvolgono anche altri docenti) con specifici obiettivi.

Il coordinamento generale della Ricerca e la Programmazione Strategica sono affidati ad un Delegato del Direttore, che ha il compito di sovrintendere alle diverse attività di ricerca dipartimentali, in rapporto con le sezioni e con i delegati preposti alle azioni specifiche. Il coordinatore tiene conto delle linee caratterizzanti della Ricerca DISUM (Informatica Umanistica, Beni Culturali, Mediazione linguistica e culturale, Innovazione Didattica), al fine di promuoverne uno sviluppo costante e adeguato per mezzo delle specifiche iniziative Il Gruppo di Gestione e Assicurazione della Qualità, di cui è responsabile il Direttore, segue le attività del dipartimento, ne verifica la correttezza delle procedure e in rapporto con i diversi attori in campo mira alla crescita costante della qualità della ricerca dipartimentale.
Un ruolo terzo di monitoraggio e di raccomandazione di buone pratiche è svolto dall’Advisory Board, di cui il Dipartimento ha deciso di dotarsi in occasione del Programma di Ricerca ‘Prometeo’. L’Advisory – composto da tre prestigiosi docenti provenienti da altre università italiane – presenta indicazioni e rilievi tramite apposite relazioni inviate al Direttore del Dipartimento e partecipa a momenti qualificanti della vita dipartimentale.
I Dottorati di Ricerca del DISUM (Scienze per il Patrimonio e la Produzione Culturale; Scienze dell’Interpretazione), in rapporto di costante collaborazione con il Direttore, progettano e seguono la formazione alla ricerca dei giovani studiosi, integrandoli nello nelle relative attività dipartimentali.
Le Sezioni svolgono un ruolo essenziale di raccordo e di monitoraggio della ricerca nelle aree scientifiche di pertinenza. Raccolgono pareri, idee e progetti degli studiosi delle singole aree. I responsabili delle sezioni seguono tutte le fasi di organizzazione del Colloquio di Ricerca.
I Delegati, in relazione costante con il Direttore e con il coordinatore, contribuiscono in maniera specifica all’attuazione degli obiettivi strategici del Dipartimento nel campo della ricerca. In particolare:
- Il Delegato (prof. Mazzone) all’organizzazione del Colloquio: cura la crescita della comunità scientifica e lo scambio di progetti e informazioni tra i ricercatori del DISUM organizzando il Colloquio annuale di Ricerca Dipartimentale.
- I Delegati (proff. Di Silvestro e Ingaliso) alla programmazione e alla presentazione di progetti per il finanziamento della ricerca: si occupano di coordinare l’Ufficio Progettazione Ricerca del DISUM, organizzando e monitorando la progettazione ai diversi livelli ordinamentali: locale, nazionale e internazionale. Curano i rapporti con APRE. Insieme con il delegato al Colloquio seguono l’attuazione delle indicazioni dell’Advisory Board.
- Il Delegato (prof. Manganaro) al Monitoraggio del Ranking: controlla costantemente l’andamento, la collocazione e la rilevanza della produzione scientifica dipartimentale, al fine di migliorare il posizionamento del DISUM nelle diverse graduatorie a livello locale, nazionale e
internazionale.
- Il Delegato alla Biblioteca: in sinergia con il suo gruppo di lavoro cura la conservazione e la crescita del patrimonio librario della Biblioteca del Dipartimento, infrastruttura strategica essenziale per la Ricerca DISUM, e ne promuove lo sviluppo attraverso l’istituzione di nuovi servizi e opportunità per gli studiosi.
- I Delegati (proff. Biuso e Bennato) al Sito Web, alla Comunicazione e alle Piattaforme digitali: si occupano della divulgazione delle attività del dipartimento