Viviana GALLETTA

Dottorando - XXXVI Scienze dell'Interpretazione - Tutor: Giancarlo MAGNANO SAN LIO


Formazione:

  • Diploma di maturità classica conseguito presso il Liceo Classico “Francesco Maurolico”, con voti 100/100;
  • Laurea Triennale in Filosofia conseguita il 30/11/2019 presso l’Università degli Studi di Catania, con voti 110/110 e la lode;
  • Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche conseguita il 22/10/2020 presso l’Università degli Studi di Catania, con voti 110/110 e la lode;
  • Allieva diplomanda presso la Scuola Superiore di Catania (2014 – in corso);
  • Dottorato di ricerca (XXXVI ciclo) in Scienze dell’Interpretazione presso l’Università degli Studi di Catania (dicembre 2020 – in corso).

Competenze linguistiche ed informatiche:

  • Lingua inglese: ottima conoscenza, certificazione IELTS C1 – Academic;
  • Lingua francese: buona conoscenza;
  • Lingua tedesca: conoscenza di base;
  • Competenze informatiche: certificazione ECDL IT-Security – Livello Specialised; corso avanzato sull’uso didattico della LIM con certificazione; corso sull’uso didattico dei Tablet con certificazione.

Esperienze professionali:

  • Partecipazione all’organizzazione del “Corso preparatorio al Certamen Ciceronianum” presso la Scuola Superiore di Catania rivolto agli studenti della scuola secondaria di secondo grado. Nell’ambito del suddetto corso ha tenuto una lezione dal titolo “Le opere filosofiche di Cicerone” (Aprile, 2016);
  • Tirocinio curriculare presso la Biblioteca del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Catania (Settembre, 2016);
  • Collaborazione con la casa editrice Giuseppe Maimone in qualità di membro della pre-giuria del concorso letterario “Storie sotto il vulcano” promosso da Giuseppe Maimone Editore (2015-2017);
  • Partecipazione all’organizzazione del “Corso di preparazione di Lingua e Letteratura Latina” presso la Scuola Superiore di Catania rivolto agli studenti della scuola secondaria di secondo grado. Nell’ambito del suddetto corso ha tenuto una lezione dal titolo “Varios splendere decores. Arte e bellezza nel De rerum natura di Lucrezio” (Aprile 2018);
  • Soggiorno di studio e di ricerca presso la Scuola Normale Superiore di Pisa in qualità di visiting student (Novembre-Dicembre 2018);
  • Autrice per il magazine on line Il Chiasmo realizzato in collaborazione con l’Istituto Treccani (2018 – in corso).

Progetto di ricerca del dottorato

Franciscus Hemsterhuis (1721-1790). Ontologia, gnoseologia e politica.

Il progetto di ricerca muove dall’analisi dell’opera filosofica di Franciscus Hemsterhuis con lo scopo di contestualizzare e di valorizzare, al contempo, la prospettiva teoretica dell’autore olandese alla luce dello scenario filosofico e culturale europeo della seconda metà del Settecento, e in relazione alla successiva ricezione della sua opera filosofica nell’ambito del Romanticismo e dell’Idealismo tedesco. A tal fine sarà condotta l’analisi dei testi filosofici – principalmente lettere e dialoghi –, del catalogus librorum della prestigiosa biblioteca del filosofo e del carteggio dell’autore con la nobildonna Amalie von Gallitzin, figura centrale del «circolo di Münster».

Il progetto si sviluppa lungo tre principali macro-sezioni tematiche, tentando di organizzare quella che si presenta come una riflessione filosofica fortemente asistematica all’interno di alcuni nuclei teorici fondamentali tra loro interconnessi:

- Ontologia: la nozione di matière e la critica al materialismo;

- Gnoseologia: il rapporto tra l’intuizione e il pensiero discorsivo;

- Politica: la «teoria degli animali politici».

Lo studio di un autore poco noto e sostanzialmente misconosciuto dalla storiografia filosofica tradizionale si inserisce all’interno di uno stato dell’arte ancora in fieri e suscettibile, quindi, di approfondimenti, con lo scopo di stimolare maggiormente l’interesse per l’autore alla luce dell’impatto significativo della sua riflessione filosofica, impatto che è documentato da una cospicua disponibilità di commenti, di traduzioni e di recensioni alla sua opera da parte di alcuni degli esponenti più illustri della cultura europea del tempo – Diderot, Herder, Jacobi, Goethe, Novalis, Hölderlin e Schelling, per citarne solo alcuni –.


Altre attività durante il dottorato

Riconoscimenti e premi:

Vincitrice del bando Taobuk in collaborazione con l'Istituto Italiano di Studi Filosofici, il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università di Messina, il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania, il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Palermo e finalizzato alla partecipazione al seminario filosofico “Icone del desiderio” a cura del prof. Umberto Curi (2019).

  • Godimento e disgusto. Il problema estetico nella Lettera sulla scultura di Franciscus Hemsterhuis (1721-1790), in Siculorum Gymnasium, 2021 (in corso di pubblicazione).