Rosalia Claudia GIORDANO

Dottorando - XXXIV Scienze per il Patrimonio e la Produzione Culturale - Tutor: Lina SCALISI


Rosalia Claudia Giordano (1964) si è laureata in Lettere moderne (1985) presso l’Università degli Studi di Palermo con una tesi in storia della lingua latina e in Conservazione dei Beni culturali, Indirizzo Archivistico e librario (1996) presso l'Università degli Studi di Udine con una tesi sull’applicazione delle metodologie di restauro cartaceo e sulla sperimentazione in ambiente digitale pubblicata nel 2000. Ha conseguito il diploma in Archivistica Diplomatica e Paleografia presso l’Archivio di Stato di Palermo (1987). Ha insegnato come docente a contratto, Bibliografia, Biblioteconomia e Archivistica presso l’Università degli studi di Palermo e Storia del libro presso l’università degli studi di Catania. Restauratore dei beni archivistici e librari, abilitato MIBACT, lavora presso la Regione siciliana come restauratore conservatore, consulente per lavori di restauro, mostre e direttore dei lavori dal 1985 (e attualmente in posizione di congedo per motivi di studio). Progettista ed esecutore dell’esecuzione di progetti europei (finanziati) nell’ambito della conservazione e restauro, i suoi interessi di ricerca ruotano intorno al libro inteso come manufatto della cultura materiale e nello studio dei fondi storici. Collabora con l’Università di Cagliari e l’Accademia di Belle Arti di Bologna. È stata relatrice a convegni e seminari internazionali. Fa parte del direttivo dell' Associazione Italiana dei Conservatori e Restauratori degli Archivi e delle Biblioteche (AICRAB) ricoprendo per tre mandati la carica di referente per la Sicilia.

Progetto di ricerca del dottorato

Le carte xilografate nel patrimonio documentario. Studio per una metodologia descrittiva normalizzata

Il libro è un oggetto d’uso e al di là del suo valore informazionale testuale porta in sé una valenza di dati che afferiscono alla cultura materiale. Enucleando dalle compagini documentarie provenienti dalle biblioteche della provincia di Siracusa un segmento coerente, costituito dagli esemplari nella cui legatura comparivano carte xilografate è allo studio una metodologia descrittiva che, mediante una codifica semantica, possa prestarsi ad una conversione dei dati in ambiente digitale. Per raggiungere tale proposito dopo un censimento che ha identificato una rappresentanza significativa ai fini della ricerca sono stati destrutturati gli elementi compositivi di manifattura con lo scopo di elaborare un thesaurus oggi in fase di validazione prima del trasferimento dei dati all’interno di un software operativo in ambito catalografico da anni in dialogo con SBN. Il progetto di ricerca, si pone come obiettivo, di costituire uno strumento utilizzabile nell’ambito bibliotecario per la descrizione degli esemplari con la finalità di implementare una popolazione di dati che potranno essere valutati in termini di occorrenza sul territorio e, a conferma è stato scelto un altro fondo fuori dell’Isola, per verificarne la coerenza e la replicazione metodologica.


Altre attività durante il dottorato

Attualmente cultore della materia presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell'Università degli Studi di Catania, per il settore scientifico-disciplinare M-STO/02.

Consulente come Archivista e Conservatore del nucleo Tutela dei Carabinieri nel 2020.

Progettazione europea presso la Soprintendenza BCA di Siracusa e direttore dell’esecuzione per il segmento di competenza.

Progettazione ed esecuzione dei lavori di Conservazione e restauro nel triennio 2019-2021.

Ha partecipato, insieme al personale della Biblioteca Marciana di Venezia alle operazioni di salvaguardia nell’emergenza alluvione del novembre 2019.

 

Coordinamento e organizzazione seminari:

Palermo, Officina degli Studi Medievali. 24 e 25 gennaio 2019 e Noto, Biblioteca Comunale 26 gennaio 2019: Seminario teorico pratico rivolto ad archivisti, bibliotecari, restauratori e conservatori dal titolo Conservare, Consultare, Esporre. Sistemi di protezione e di sostegno per libri e documenti tenuto dalla dott. Claudia Benvestito della Biblioteca Marciana di Venezia.

Noto, Biblioteca Comunale 28-29 gennaio 2019: Seminario teorico rivolto ad archivisti, bibliotecari, restauratori e conservatori dal titolo Le carte da parati dei sec. XVIII e XIX. Storia, tecnica e restauro tenuto dalla dott. Nathalie Ravanel docente a contratto di restauro dell’Opificio delle Pietre dure di Firenze.

 

Partecipazione a convegni o seminari come relatore

11 giugno 2020  partecipazione a seminario online (sulla piattaforma ZOOM) con un intervento dal titolo Riapertura delle biblioteche e degli archivi. Indicazioni utili per la gestione dei documenti, insieme a S. Piras, organizzato dal Polo SBN di Siracusa.

10-12 dicembre 2019 Partecipazione come docente incaricato al seminario didattico dottorale Documenti e conservazione: istruzioni per l’uso, proposto dalla coordinatrice professoressa Cecilia Tasca per il Dipartimento di Lettere Lingue e Beni Culturali – Dottorato di Ricerca in Storia, Beni Culturali e Studi internazionali dell'Università degli Studi di Cagliari, a.a. 2019/2020.

Lista delle pubblicazioni [selezione: 2019 – presente]

  • R. C. Giordano, Carte decorate nelle collezioni librarie siracusane. Primi risultati della ricerca, «Studi e Ricerche», vol. XII (2019), pp. 275-284.
  • L. Catalano, R.C. Giordano, M. Palma, A. Scala, S. Terranova, R. Tripoli, ‘Incunaboli a Ragusa, Roma, Viella, 2019.
  • R. C. Giordano, Nota agli esemplari in L. Catalano, R.C. Giordano, M. Palma, A. Scala, S. Terranova, R. Tripoli, ‘Incunaboli a Ragusa, Roma, Viella, 2019, pp. 13-31.
  • R. C. Giordano, Nota di conservazione in L. Catalano, R.C. Giordano, M. Palma, A. Scala, S. Terranova, R. Tripoli, ‘Incunaboli a Ragusa, Roma, Viella, 2019, pp. 83-102.