Ludovica OTTAVIANO

Dottorando - XXXIV Scienze dell'Interpretazione - Tutor: Lavinia Benedetti


Laurea magistrale con il massimo di voti in Lingue e civiltà orientali (curriculum cinese) presso l’Università di Roma La Sapienza nel 2012. Durante i due corsi di laurea e successivamente ho trascorso alcuni periodi di studio in Cina: nel 2009 ho seguito un corso di cinese presso la BFSU con una borsa di studio della Sapienza; nel 2010-2011 ho vinto la borsa di studio Erasmus Mundus – LISUM project per frequentare i corsi della Wuhan University; e nel 2016-2017 ho seguito un corso di Letteratura moderna e contemporanea presso la Sichuan Univerisity come Advanced Student. Dal 2017 sono rientrata in Sicilia e ho cominciato a collaborare come assistente e docente a contratto con la cattedra di Cinese presso la SDS di Lingue dell’Università di Catania. Nel 2019 ho cominciato la mia attività di ricerca per il XXXIV ciclo del dottorato in Scienze dell’Interpretazione presso il DISUM dell’Università di Catania.

Progetto di ricerca del dottorato

Ricezione, traduzione e ricostruzione del pensiero di Umberto Eco in Cina e a Taiwan

Dagli anni Ottanta del secolo scorso, Umberto Eco è stato introdotto in Cina attraverso un ingente lavoro di traduzione dei suoi romanzi e della sua saggistica. Il suo discorso semiotico ha avuto una tale risonanza che alcuni influenti accademici – tra cui Li Youzheng della Chinese Academy of Social Sciences, Zhao Yiheng della Sichuan University e Wang Ning della Qinghua University – hanno reinterpretato il problema della semiotica-interpretativa proposto da Eco. Stesso discorso vale per la sua narrativa, tradotta e ritradotta da più traduttori ed edita da diverse case editrici nei contesti della RPC e di Taiwan, che ha influenzato il discorso letterario sia cinese che taiwanese e alcuni autori in particolare, come dimostra la produzione letteraria di Zhang Dachun di Taiwan.


Altre attività durante il dottorato

Partecipazione a convegni o seminari come relatrice:

  • “Umberto Eco as Seen by China: the Case-study of The Name of the Rose”, in Europe as Seen by China, China as Seen by Europe. Arts, Literatures and Cultural Heritage, Dipartimento di Scienze Umanistiche, Università di Catania. 15-16 Gen 2020
  • “The reception of Umberto Eco’s ‘theory of lies’ in China and Taiwan: the contribution of Zhang Dachun”, in Across the Strait - Sinophone Literature from the 19th Century to the Contemporary Ages, Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere, Università di Roma Tre. 7-8 Nov 2019
  • Lavinia Benedetti, e Ludovica Ottaviano, “Blaming women for men’s degeneration: cases from Ming Dynasty crime novels”, in the panel titled Chinese Literature before 1900 for the annual conference of the Rocky Mountain Modern Language Association, Hotel Paso del Norte, El Paso, Texas, US. 10-12 Ott 2019
  • “Zhang Dachun’s multicultural voice in the global context: the reception of Umberto Eco’s ‘theory of lies’”, in Exploring Sinophone Polyphony – Voices of Modern Literature in Taiwan, organised by Universität Trier and Monumenta Serica Institute, l’Universität Trier, Germania. 20-21 Set 2019
  • “Chinese academic reception of Umberto Eco’s novel Il nome della rosa.” In peer review.
  • “Lies and fiction in Zhang Dachun’s Xiaoshuo bailei.” In peer review.
  • “Fiction, the Liar: the Model Author of Zhang Dachun’s Novel Wo Meimei.” Rocky Mountain Review of Language and Literature. In peer review.
  • “Figlio di puttana”: l’insulto nella letteratura di Chi Li e Fang Fang. In Benedetti, L., Suriano, A. R. and Villani, P. (a c. di). L'indicibile: linguaggio volgare, insulti, discriminazioni e tabù tra Oriente e Occidente. Roma, Orientalia, 2020, pp. 119-134.