Pietro CAGNI

Dottorando - XXXIV Scienze dell'Interpretazione - Tutor: Sergio Alfio Maria CRISTALDI


Pietro Cagni (Palermo, 1990) si è laureato in Filologia Classica con una tesi su allegoria e verità nella Commedia dantesca. Attualmente è dottorando presso l’Università di Catania sul progetto Veritas e poesia nell’Inferno (XXIV ciclo). Nel 2014 è stato per sei mesi visiting students researcher presso il Department of Romance Languages and Literatures dell’Università di Notre Dame (Indiana). Suoi saggi danteschi sono apparsi su «L’Alighieri», «Italinistica», «Le Forme e la Storia». È tra i fondatori e attuale direttore del Centro di Poesia Contemporanea di Catania, con cui dal 2015 organizza laboratori, incontri e occasioni di dialogo sulla poesia. Collabora con riviste cartacee e online, tra cui Siculorum Gymnasium, Leuké, clanDestino.
Il suo primo volume di poesie, Adesso è tornare sempre (Le Farfalle, 2015), è stato finalista al premio InediTO e ha vinto il XXX° Premio Laurentum a Roma. Nel 2018 è stato ospite del festival internazionale Ars poetica a Bratislava (SK). Suoi inediti sono apparsi sull’Almanacco dei poeti e della poesia contemporanea (Raffaelli) e in Luoghi dell’infinito. È in corso di pubblicazione la seconda raccolta poetica, Asbestos.

Progetto di ricerca del dottorato

Veritas e poesia nell’Inferno

Il progetto di ricerca recepisce e intende sviluppare un certo indirizzo della critica recente, che ha puntato a definire la più adeguata prospettiva ermeneutica entro cui interrogare alcuni episodi fondamentali del poema dantesco. Valorizzando le risultanze delle ricerche filosofiche moderne e contemporanee, si intende recuperare la categoria di “mitopoiesi” per corroborare uno schema interpretativo che, da una parte, renda giustizia alla valorizzazione dantesca della poesia e, al contempo, illustri il superamento dell’opposizione tra fictio poetica e veritas. Tali ricognizioni, insieme a quelle sul figuralismo dantesco, intendono mettere a fuoco uno dei principali snodi narrativi dell’Inferno, i canti XVI-XVII, e soprattutto la figura di Gerione, al fine di indagare il valore “veritiero” della poesia della prima cantica.


Altre attività durante il dottorato

Presentazioni a corsi, seminari e convegni

  • «“Vera” imagine di froda»: Gerione e l’”imaginatio” dantesca, AlmaDante 2020, Alma Mater Studiorum - Università di Bologna, Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica, edizione online, 23 giugno 2020

Affiliazioni

  • Progetto d’Ateneo «Prometeo» (Linea 3)
  • Cultore della materia in Letteratura italiana (SSD L-Fil-Let/10) presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Catania
  • Collaborazione con il comitato di redazione della rivista «Siculorum Gymnasium»
  • Centro di Poesia Contemporanea di Catania

Segreteria organizzativa

  • Convegno Internazionale di Studi «Per rima, per prosa. Dante: Vita nuova e Rime», Università degli Studi di Catania, Dipartimento di Scienze Umanistiche , Adi – Gruppo Dante, 15-16 novembre 2019
  • Convegno Internazionale di Studi «Rappresentazioni narrative. Realismo, verismo, modernismo tra secondo Ottocento e primo Novecento. Sperimentazione italiana e cornice europea». Università degli Studi di Catania, Dipartimento di Scienze Umanistiche, Fondazione Verga, 3-5 ottobre 2019

Altre iniziative:

  • Insieme ferisce e risana la ferita, due dialoghi con Daniele Mencarelli e Massimo Bacigalupo, 6 e 19 marzo 2021
  • Voce in cui la fine non finisce, dialogo con Filippo Davoli, Nick Krause, Eugenio Mazzarella, Francesca Serragnoli,
  • Ora Poesia. Pura voce. Quattro conversazioni con i poeti Gianfranco Lauretano, Tommaso Di Dio, Erica Donzella e Stefano Dal Bianco, 16, 23 e 30 aprile, 7 maggio 2020)
  • Modalità ritratto. Poetiche in connessione: 1) “Cercatemi e fuoriuscite” 2) Ritmo e disarmonia 3) Il tempo sospeso 4) Mito e realtà, incontri con dodici giovani poeti italiani (Anil Bordoni, Colonna, Corsi, De Luca, Lanza, Lotter, Mazziotta, Milleri, Murrocu, Tipaldi, Villa), 27-30 maggio 2020

Saggi di argomento dantesco

  • Paolo e Francesca «going apes**t», in «Arabeschi», XVIII (2021), nella Galleria «Noi leggiavamo…». Fortuna iconografica e rimediazioni visuali dell’episodio di Paolo e Francesca fra XIX e XXI secolo, a c. di Gaetano Lalomia e Giovanna Rizzarelli
  • Vera "imagine di froda": Gerione e l'"imaginatio" dantesca, nel volume monografico dantesco di «Italianistica», (2021) a c. di Alberto Casadei, Marcello Ciccuto e Giorgio Masi, in corso di stampa
  • Osservazioni su un giuramento dantesco (Inferno XVI, 124-136), in «L'Alighieri», 55 (2020), pp. 5-22
  • Erich Auerbach: quale figuralità nella "Commedia"? In Atti del XXII Congresso ADI: Natura, società, letteratura. Bologna 13-15 settembre 2018
  • Nuove inchieste sull'Epistola a Cangrande, nel bollettino di «Italianistica» XLVIII/1, 2019, pp. 243-244

Altri studi

  • Francis Bacon, lo shock della croce, in «Siculorum Gymnasium. A Journal for the Humanities», LXXII, n.s. V (2019)
  • In abbandono e somiglianza. Per una lettura del romanzo  "Silenzio" di Shusaku Endo, in «Siculorum Gymnasium. A Journal for the Humanities», LXXII, n.s. V (2019)
  • Verba resPer una parola che sia vera, in «Siculorum Gymnasium. A journal for the Humanities», LXXI, n.s. IV, pp. 371-375
  • Nell'agguato del cinema. Guardando "Rashomon" di Akira Kurosawa, in «Siculorum Gymnasium. A journal for the Humanities», LXXI, n.s. IV, pp. 467-473
  • «dove già il silenzio / attende il segno». Appunti sul pensiero e la poesia di Piero Bigongiari, in «Leuké. Poesia e altri sconfinamenti», II (2018), pp. 66-71