Modalità di ammissione (SUA-CdS Quadro A3.b)

La prova di verifica mira all'accertamento delle conoscenze richieste per l'accesso in tre aree disciplinari. La prova di norma si svolge entro il mese di settembre, ma possono essere previste più date utili per lo svolgimento di tale verifica.
La verifica delle conoscenze è obbligatoria per tutti coloro che intendano iscriversi al corso di laurea in Filosofia L5 ed avviene mediante un test d'ingresso articolato in tre parti (50 quesiti in totale):
• Comprensione del testo e conoscenza della lingua italiana (30 quesiti in tutto, attinenti a 3 esercizi di comprensione testuale, cisscuno basato su un testo di diverso tipo, corredato da 10 quesiti).
• Conoscenze acquisite negli studi (10 quesiti).
• Ragionamento logico-critico (10 quesiti).
Il test è valutato con l'attribuzione di:
1 punto per ogni risposta esatta
0 punti per ogni risposta non data
– 0,25 punto per ogni risposta errata.
E' possibile prevedere distinte modalità di attribuzione del punteggio per studenti in possesso di titoli specificati nel bando.
In relazione alle conoscenze richieste per l'accesso, saranno assegnati specifici Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA).
Sulla base del punteggio conseguito nei trenta quesiti specifici della sezione Comprensione del testo e conoscenza della lingua italiana, lo studente che ha scelto di immatricolarsi al corso di laurea in Filosofia potrà farlo:
- con punteggio uguale o maggiore di 12 punti senza OFA;
- con punteggio inferiore a 12 punti con OFA relativi a Comprensione del testo e conoscenza della lingua.
Lo studente immatricolato con OFA viene iscritto sub condicione e dovrà soddisfare gli stessi prima di poter sostenere esami o valutazioni finali di profitto o comunque entro il I anno dall'iscrizione. Sarà previsto un programma e/o manuali da studiare per superare un test di recupero che sancirà il superamento di tali obblighi formativi. Eventuali corsi di recupero e/o specifiche attività formative propedeutiche alla verifica potranno essere organizzate e svolte anche in collaborazione con istituti d'istruzione secondaria superiore, sulla base di apposite convenzioni approvate dalla struttura didattica interessata.